Chiesa di Sant'Ilario di Poitiers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di Sant'Ilario di Poiters
StatoItalia Italia
RegioneLombardia
LocalitàBedero Valcuvia
ReligioneCattolica
Diocesi Como
ConsacrazioneXIX secolo
Stile architettonicoNeoclassico
Inizio costruzioneXII secolo
CompletamentoXVII secolo

Coordinate: 45°54′51.37″N 8°47′38.29″E / 45.91427°N 8.79397°E45.91427; 8.79397

La chiesa di Sant'Ilario di Poitiers è situata nel centro di Bedero Valcuvia. Insieme alla chiesa di Sant'Agnese di Masciago Primo, forma la "Comunità pastorale Bedero - Masciago"

Costruita nel XII secolo venne ristrutturata pesantemente nel XIX secolo e successivamente nel XX secolo A tre navate con un bell'altare barocco e un'abside pentagonale con due cappelle laterali affrescate. Il campanile della chiesa è stato restaurato e rialzato nel 1881 grazie al posizionamento di una cella campanaria in ferro. Le balaustre della chiesa sono opera dello scultore locale Silverio Martinoli, in sua memoria è stata posta una lapide sotto la sua casa natale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa è stata edificata nel XII secolo[1], come dimostrava anche il campanile, ormai ristrutturato, simile a quello della basilica di Sant'Abbondio. Venne eretta a parrocchia il 29 maggio 1629 dal vescovo Lazzaro Carafino.

La navata venne allungata attorno alla metà del XVIII secolo e l'abside quadra (o semicircolare) venne sostituita con una pentagonale e due cappelle laterali. Negli anni 1822-1823 l'ordine della chiesa venne definitivamente invertito, con l'innalzamento delle tre navate. Il 10 marzo 1882 la chiesa venne definitivamente consacrata a sant'Ilario.

L'ultimo restauro risale al 1969.

Il 12 aprile 2009 a causa di un corto circuito che provocò un incendio il campanile, la sacrestia della chiesa e buona parte degli arredi sacri bruciarono. I successivi lavori di ristrutturazione terminarono nel 2010.

Opere artistiche conservate nella chiesa[modifica | modifica wikitesto]

Sant'Ilario nell'atto di resuscitare un fanciullo, la gloria di Sant'Ilario, Sant'Antonio Abate che benedice gli animali e l'incoronazione della Vergine dipinte dal milanese C. Maroni. Monzio Compagnoni, pittore del dopoguerra, è autore del Buon Pastore, del Figliol Prodigo, della Crocifissione e del Cristo giudice con gli angeli.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "La chiesa parrocchiale della piccola terra di Bedero Valcuvia, dedicata a s. Ilario vescovo di Poitiers e dottore, è di patronato comunitativo. Fu edificata intorno al XII secolo, come tuttora lo addimoistra il campanile simile a quello della basilica di Sant'Abondio; ma poi fu ingrandita e trasformata totalmente nell'anno 1824." In: Atti della visita pastorale diocesana di Feliciano Niguarda, vescovo di Como (1589 ‑ 1593), su archiviostoricovalcuvia.it. URL consultato il 05-04-2010 (archiviato dall'url originale il 22 dicembre 2010).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]