Chiesa di Sant'Egidio (Ospedaletto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di Sant'Egidio
StatoItalia Italia
RegioneTrentino-Alto Adige
LocalitàOspedaletto
ReligioneCristiana cattolica di rito romano
TitolareSant'Egidio
Arcidiocesi Trento

Coordinate: 46°02′37.83″N 11°33′08.09″E / 46.043843°N 11.552247°E46.043843; 11.552247

La chiesa di Sant'Egidio è la chiesa parrocchiale di Ospedaletto, in Trentino. Risale al XVII secolo.[1][2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La parrocchiale a Ospedaletto, intitolata a Sant'Egidio, ha una prima citazione documentale che risale al 1196. La piccola chiesa di origini medievali, che aveva pianta rettangolare, venne ricostruita tra gli anni 1640 e 1643.[1][2]

Nel 1709 le fu concesso il fonte battesimale e circa trenta anni dopo la torre campanaria venne notevolmente sopraelevata. Le furono aggiunti circa 8 metri in altezza.[1]

Sotto l'aspetto della giurisdizione ecclesiastica l'edificio religioso, nel 1786, entrò a far parte della diocesi di Trento lasciando quella di Feltre.[1]

Nella seconda metà del XIX secolo la chiesa originaria venne demolita per poterne edificare, al suo posto, una più adatta alle esigenze della comunità. La prima pietra venne posta nel 1863. La torre campanaria fu la sola parte che venne mantenuta dell'antica struttura.[1]

Benedetto Riccabona de Reichenfels, vescovo di Trento, consacrò la nuova chiesa nel 1864.[1]

Tra il 1918 e il 1920 vennero effettuati lavori per riparare i danni causati dal conflitto e la parte centrale dell'edificio venne abbassata di oltre 2 metri. Subito dopo la chiesa venne arricchita di decorazioni prima nella parte absidale e poi nel presbiterio, nella navata e nella controfacciata.[1]

Dopo la metà del secolo, durante rilievi sulla torre campanaria, vennero individuate antiche tracce di parti affrescate. Ebbe dignità parrocchiale dal 1955.[1]

Il terremoto che colpì vaste aree non solo del Trentino nel 1976 procurò danni rilevanti alla struttura quindi, dal 1977, si resero necessari molti interventi restaurativi come il consolidamento del campanile ed il rifacimento della copertura del tetto, inoltre vennero ritinteggiati sia interni sia esterni. L'ultimo ciclo di restauri si è concluso nel 2012.[1][2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i Chiesa di Sant'Egidio, su BeWeB - Beni Ecclesiastici in web.
  2. ^ a b c Ospedaletto: chiesa di Sant'Egidio abate, su ecovalsugana.net.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]