Chiesa di Sant'Andrea di Gattaiola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di Sant'Andrea di Gattaiola
Pieve di sant'andrea di gattaiola, 04.jpg
StatoItalia Italia
RegioneToscana
LocalitàLucca
Coordinate43°49′31.8″N 10°28′04.8″E / 43.8255°N 10.468°E43.8255; 10.468
Religionecattolica di rito romano
TitolareSant'Andrea
Arcidiocesi Lucca
Stile architettonicoromanico
Inizio costruzioneVIII secolo

La chiesa di Sant'Andrea di Gattaiola è una chiesa di Lucca che si trova in località Gattaiola.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa fu costruita nell'VIII secolo come una piccola cappella dedicata a S. Andrea. Durante il XII secolo fu ricostruita a pianta basilicale su tre navate inglobando la precedente struttura che divenne la navata di sinistra e furono costruiti una nuova abside e il campanile.

Tracce di questa trasformazione risultano ancora visibili: è distinguibile quello che era il vecchio edificio nella navata sinistra e nel portale centrale è reimpiegato un capitello di stipite che presenta una decorazione a caratteri altomedievali.

La chiesa subì poi una modifica del suo assetto interno nel XVII secolo e assunse quello attuale a seguito del restauro del 1901 come si legge in una pietra posta sulla facciata.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa, costruita in calcare bianco e conci squadrati, ha pianta basilicale su tre navate separate da colonnati con capitelli corinzi assai stilizzati.

La torre campanaria si trova appoggiata alla facciata, rivolta a sud ovest, davanti alla navata sinistra. Al suo interno è collocato un doppio di due campane di bronzo in Fa3, di cui la più piccola fusa da Luigi e Raffaello Magni di San Quirico di Valleriana (PT) nel 1878, mentre la grossa è stata rifusa da Luigi Magni di Lucca nel 1946. L'abside sul retro è esternamente decorata da archetti pensili e a fianco di questa (angolo nord-est della chiesa) si trova la piccola canonica di forma quadrangolare.

All'interno della basilica si trovano:

Sono conservati invece nella canonica un pannello ligneo delle transenne di S. Martino, una croce astile, e un calice di peltro, del XV secolo.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]