Chiesa di San Zenone (Entesano)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di San Zenone
9057 - Entesano - Chiesa San Zenone.jpg
Facciata della chiesa
StatoItalia Italia
RegioneFriuli-Venezia Giulia Friuli-Venezia Giulia
LocalitàEntesano di Colloredo di Monte Albano
ReligioneCattolica
TitolareMaria e Zenone
Arcidiocesi Udine
Stile architettonicogotico

La chiesa di San Zenone è un edificio religioso situato a sud dell'abitato di Entesano, frazione del comune di Colloredo di Monte Albano, in provincia di Udine; dipende dalla parrocchia di Ognissanti di Mels.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'edificio, documentato fin dal 1275, ha un orientamento est-ovest ed è circoscritto da una cerchia muraria che a sua tempo conteneva il cimitero del borgo. Si trova lungo la direttrice viaria di età romana che metteva in comunicazione la via Iulia Concordia con la stazione di fermata di Ad Silanos, che si trovava nei pressi di Artegna. La presenza romana in zona è stata attestata da alcuni ritrovamenti effettuati nel 1984 nei pressi della chiesa.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa attuale è un edificio cinquecentesco, costituito da un'aula e dall'abside; quest'ultima ha una impostazione tardo-gotica, con un'ampia volta a crociera costolonata ed è completamente affrescata con dipinti risalenti alla fine del Cinquecento, che raffigurano scene del Nuovo Testamento, con santi e profeti. La sacrestia, situata nel lato sud dell'abside, è stata aggiunta in seguito, probabilmente nel XVIII secolo.

All'inizio dell'Ottocento l'interno della chiesa fu oggetto di un importante intervento di restauro: l'aula fu completamente intonacata e fu applicato un apparato architettonico neoclassico, costituito da una controsoffittatura con semplici corniciature e dalla collocazione sulle pareti di paraste semicircolari. Il terremoto del Friuli del 1976 distrusse tali finiture architettoniche, riportando alla luce lo strato di intonaco cinquecentesco, le croci affrescate della consacrazione e un interessante affresco, che sovrasta l'arco trionfale, che raffigura la Madonna con il Bambino fra due santi.

All'inizio del Novecento fu aggiunta una piccola torre campanaria in contiguità con l'angolo sinistro della facciata. A partire dal 1978 sono iniziati importanti lavori di restauro, a cura della Soprintendenza ai beni architettonici e paesaggistici del Friuli-Venezia Giulia, che hanno riguardato il miglioramento statico e l'adeguamento antisismico dell'intero edificio, il restauro degli intonaci storici e degli affreschi emersi.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ultimi lavori alla chiesetta di San Zenone, in Messaggero Veneto, 31 ottobre 2015. URL consultato il 10 ottobre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]