Chiesa di San Tomà

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa di San Tomà
Chiesa di San Tomà - Venezia.jpg
Chiesa di San Tomà
StatoItalia Italia
RegioneVeneto Veneto
LocalitàVenezia
ReligioneCattolica
TitolareSan Tommaso apostolo
Patriarcato Venezia
ArchitettoBaldassare Longhena e Giuseppe Sardi (1624-1699)
Stile architettonicobarocco
Inizio costruzioneX secolo
Completamento1742

Coordinate: 45°26′09.35″N 12°19′39.97″E / 45.43593°N 12.32777°E45.43593; 12.32777

La chiesa di San Tomà, veneziano per san Tommaso, è un edificio religioso di Venezia, situato nel sestiere di San Polo, in campo San Tomà, di fronte alla scoletta dei Calegheri.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di San Tomà, la cui prima fondazione era avvenuta in questa sede nel X secolo e una prima ricostruzione nel 1395, deve le sue forme attuali ai lavori tenutisi tra XVI e XVIII secolo: nel Cinquecento furono apportate modifiche importanti alle decorazioni, mentre nel 1652, su un progetto inizialmente di Baldassare Longhena e attuato da Giuseppe Sardi, fu costruita la nuova facciata, poi rifatta (per motivi statici) e appesantita stilisticamente, nel 1742, dall'architetto Francesco Bognolo. Attualmente la chiesa è centro neocatecumenale diocesano del Patriarcato di Venezia.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

All'interno, ad una navata, sono conservate diverse opere pittoriche, tra le quali si segnalano l'affresco Il martirio di san Tommaso di Jacopo Guarana e la pala d'altare Incredulità di san Tommaso di Antonio Zanchi.

Sul lato sinistro della chiesa si trova un interessante bassorilievo quattrocentesco raffigurante Madonna della Misericordia, che propone la stessa iconografia ritrovabile sulla facciata della vicina scoletta dei Calegheri.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN235226026 · GND (DE4601708-2