Chiesa di San Quirico a Legnaia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa di San Quirico a Legnaia
San quirico a legnaia, esterno 01.JPG
Facciata
Stato Italia Italia
Regione Toscana
Località Firenze
Religione Cristiana cattolica di rito romano
Diocesi Arcidiocesi di Firenze
Architetto Ezio Cerpi
Stile architettonico neorinascimentale
Inizio costruzione XX secolo
Completamento XX secolo

Coordinate: 43°46′10.73″N 11°12′23.52″E / 43.769648°N 11.206532°E43.769648; 11.206532

Interno

La chiesa di San Quirico a Legnaia è un luogo di culto cattolico che si trova in via Pisana a Firenze, all'interno del rione San Quirico.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Già ricordata nel 1038, ebbe in antico il patronato dei Bostichi, che passò poi ai Pucci e ai Frescobaldi.

Nel 1442 il frate pittore Filippo Lippi fu rettore della chiesa, ma non vi sono opere di sua mano. Subì poi una radicale ristrutturazione e vari rimaneggiamenti.

Agli inizi del XX secolo fu ricostruita ad unica navata in forme neorinascimentali dall'architetto Ezio Cerpi con bel portale timpanato ed agile campanile.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

All'interno si trovano due Angeli in pietra serena del Quattrocento ai lati dell'altar maggiore; nel transetto destro l'Incoronazione della Vergine e santi, dipinto fiorentino del Seicento, e nel transetto sinistro un piccolo affresco del Quattrocento raffigurante la Madonna col Bambino, assai ritoccato.

Sempre nel transetto di sinistra è presente un dipinto del XVII secolo di autore ignoto (la firma è illeggibile, solo dopo un restauro - già in programma - forse sarà di nuovo leggibile) rappresentante il martirio di san Quirico.

Sono inoltre presenti cinque statue, quattro nella navata centrale rappresentanti San Giuseppe, Sant'Antonio da Padova, la Beata Vergine Maria, Gesù che mostra il suo Sacro Cuore e un'altra statua sotto la tela dell'Incoronazione - nel transetto di destra - rappresentante la Madonna Addolorata.

È inoltre presente un drappo da processione risalente all'inizio del XX secolo.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]