Chiesa di San Prospero (Marore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di San Prospero
Chiesa di San Prospero (Marore) - facciata 2018-05-07.jpg
Facciata
StatoItalia Italia
RegioneEmilia-Romagna Emilia-Romagna
LocalitàCoat of arms of Parma.svg Marore, frazione di Parma
Religionecristiana cattolica di rito romano
Titolaresan Prospero
Diocesi Parma
Stile architettoniconeoclassico
Inizio costruzioneentro il XIII secolo
Completamento1941

Coordinate: 44°46′24.4″N 10°21′24.2″E / 44.773444°N 10.356722°E44.773444; 10.356722

La chiesa di San Prospero è un luogo di culto cattolico dalle forme neoclassiche, situato in via del Lazzaretto 26 a Marore, frazione di Parma.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il luogo di culto originario fu edificato in epoca medievale. La più antica testimonianza[1] della sua esistenza, quale cappella dipendente dalla pieve di San Pietro di Porporano, risale infatti al 1230.[2]

Il piccolo tempio fu elevato al rango di parrocchia nel 1564.[2]

La chiesa romanica fu ristrutturata in semplici forme neoclassiche nel XVIII secolo.[2]

L'edificio fu profondamente modificato nel 1927, con la ricostruzione della facciata, il restauro degli interni e la sopraelevazione della torre campanaria.[2]

Nel 1937 un violento terremoto causò notevoli danni alla chiesa; l'anno seguente furono avviati importanti lavori di ristrutturazione, che riguardarono soprattutto il prospetto principale e gli interni, ove furono anche aggiunte le due cappelle laterali ai fianchi del presbiterio; gli interventi furono completati nel 1941.[2]

Il sisma del 9 novembre del 1983 danneggiò nuovamente l'edificio, colpendo in particolare il tetto e le cappelle laterali; nel 1990 furono effettuati i restauri, che comportarono la ricostruzione delle coperture, il rifacimento della pavimentazione, la sostituzione delle cappelle con le navate laterali e la rimozione degli intonaci esterni.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Presbiterio
Navate

La piccola chiesa si sviluppa su un impianto a tre navate, con ingresso a ovest e presbiterio absidato a est affiancato da due cappelle laterali.[2]

La semplice e simmetrica facciata a salienti, interamente rivestita in pietra, è caratterizzata dalla presenza del portale centrale d'ingresso, delimitato da cornice lineare; più in alto si apre una finestra rettangolare, mentre a coronamento corre un cornicione in lieve aggetto; ai lati in corrispondenza delle navate laterali sono collocate due piccole monofore.[2]

I fianchi, illuminati da due finestroni in sommità riaperti nel 1990, e il retro absidato sono anch'essi privi di intonaci. Il campanile, elevato in corrispondenza della cappella terminale destra, è suddiviso in tre ordini sovrapposti da fasce marcapiano in rilievo; la cella campanaria si affaccia sui quattro lati attraverso aperture ad arco a tutto sesto; in sommità si staglia un'alta guglia piramidale in rame.[2]

All'interno la semplice navata centrale intonacata, coperta da un soffitto a capriate lignee, è suddivisa da quelle laterali da ampie arcate a tutto sesto, rette da pilastri in laterizio.[2]

Il presbiterio, lievemente sopraelevato, è preceduto dall'arco a tutto sesto in mattoni; sul fondo, davanti all'abside rivestito in laterizio, è collocato l'altare maggiore ligneo scolpito, risalente alla metà del XVIII secolo.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Capitulum seu Rotulus Decimarum della diocesi di Parma
  2. ^ a b c d e f g h i j k Chiesa di San Prospero "Marore, Parma", su www.chieseitaliane.chiesacattolica.it. URL consultato l'11 aprile 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]