Chiesa di San Pietro (Zignago)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di San Pietro
Zignago-IMG 1682.JPG
StatoItalia Italia
RegioneLiguria
LocalitàZignago
ReligioneCristiana cattolica di rito romano
TitolarePietro apostolo
Diocesi Spezia-Sarzana-Brugnato
Inizio costruzioneXII secolo
Completamentoseconda metà del Seicento

Coordinate: 44°16′39.17″N 9°44′48.54″E / 44.277547°N 9.746817°E44.277547; 9.746817

La chiesa di San Pietro, anticamente conosciuta come chiesa di San Pietro Apostolo di Cornia, è un luogo di culto cattolico situato nel comune di Zignago, in provincia della Spezia. La chiesa è sede della parrocchia omonima della diocesi della Spezia-Sarzana-Brugnato.

La pieve sorge in un territorio una volta importante punto di incontro tra le vie di collegamento di Levanto e Pontremoli e la cosiddetta Via del sale, o Via Reggia[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le prime testimonianze scritte sulla pieve di Zignago si hanno durante il XII secolo, dove la chiesa viene denominata per la prima volta "pieve di Cornia" e passa ufficialmente alle dipendenze della diocesi e del vescovo di Luni nell'anno 1148. A quanto pare, la chiesa venne costruita su un edificio più antico, situato in posizione differente rispetto al complesso attuale, come conferma il campanile, del tutto svincolato dal resto della costruzione[2].

Il toponimo di Cornia che ha assunto la località della pieve è distinto da quello di Griniacula di origine romana che contraddistingue Zignago, anche se nel tempo l'appellativo è decaduto e non è più utilizzato[3].

La chiesa subì dei primi lavori di restauro durante il Quattrocento, mentre rifacimenti più rilevanti furono eseguiti dal 1677in poi[3].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa mantiene ancora oggi l'aspetto che aveva nella seconda metà del Quattrocento, affiancati alle aggiunte seicentesche.

Posizionato a sinistra rispetto alla facciata si trova l'edificio un tempo adoperato come casa canonica, mentre a destra, vicino ad un vecchio cimitero abbandonato, si trova l'oratorio.

Il campanile è a pianta quadrata, innalzato con pietre disposte per file parallele e recante due ordini di bifore.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Maffei e Benelli, Pievi della lunigiana storica, p. 244
  2. ^ Maffei e Benelli, Pievi della lunigiana storica, p. 245.
  3. ^ a b Cenno alla pieve sul sito bagnonemia.com (pieve n. 18), su bagnonemia.com. URL consultato il 9 settembre 2010 (archiviato dall'url originale il 10 agosto 2015).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • G.Maffei e G.Benelli, Pievi della lunigiana storica, Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara, 2006.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]