Chiesa di San Nicola (Capistrello)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di San Nicola
Corcumello Chiesa di San Nicola1.jpg
La facciata della chiesa di San Nicola
StatoItalia Italia
RegioneAbruzzo
LocalitàCorcumello (Capistrello)
Coordinate42°00′28.44″N 13°20′51.72″E / 42.0079°N 13.3477°E42.0079; 13.3477
ReligioneCattolica
Titolaresan Nicola di Bari
Diocesi Avezzano
Inizio costruzioneXII secolo
Sito webDiocesi di Avezzano

La chiesa di San Nicola è un edificio religioso situato a Corcumello frazione di Capistrello (AQ), in Abruzzo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di San Nicola, originariamente dedicata a san Pietro[1], è citata per la prima volta nella bolla pontificia del 1188 di Papa Clemente III[2]. Venne edificata all'interno del borgo fortificato di Corcumello. Nel corso del XVI secolo venne innalzata a parrocchia.

L'edificio sacro fu ampiamente rimaneggiato e ingrandito dai signori del luogo, i conti De Ponte e Vetoli[3].

Tra il 1904 e il 1908 l'ambone, originariamente realizzato per il monastero scomparso di san Pietro in Corcumello, cenobio in tenimento ai monaci benedettini di Santa Maria in Cese e soppresso alla fine del XIII secolo[4], venne collocato all'interno della chiesa madre di San Nicola. Restaurata più volte nel corso dei secoli subì danni non irreparabili a causa del terremoto della Marsica del 1915. L'ultimo restauro risale al 2014.

Nel 2019 è stato avviato il restauro dell'ambone, l'elemento più maggior pregio della chiesa[5][6].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa, situata sul colle San Pietro nel centro storico di Corcumello, si caratterizza per l'ingresso con scalinata, portico e portale in stile rinascimentale. Ampiamente modificata nel corso del Cinquecento rispetto all'originario edificio duecentesco, presenta una struttura a volte.

Internamente il pavimento con lastre di travertino ha sostituito quello originario in pietra. L'antico organo a canne, risalente al XVIII secolo, si compone di cassa lignea ed elementi strumentali. L'ambone, realizzato nel 1267 da Stefano de Moscino[7], venne smontato e riassemblato nei primi anni del XX secolo, apportando alterazioni all'opera originaria. Frontalmente presenta i simboli degli evangelisti, lateralmente elementi simbolici riferibili ai santi Pietro e Paolo. In un affresco absidale è raffigurato il martirio di san Lorenzo sullo sfondo della città di Roma in epoca rinascimentale. La statua della Madonna col Bambino risale al Duecento[8], quella di sant'Antonio di Padova risale con ogni probabilità al XIX secolo[1][9].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Chiesa di San Nicola (Corcumello, Capistrello), su Le chiese delle diocesi italiane, Conferenza Episcopale Italiana. URL consultato il 27 aprile 2020.
  2. ^ Bolla di Papa Clemente III, su presto. URL consultato il 27 aprile 2020.
  3. ^ Andrea Fabiani, Corcumello. Linguaggio e frammenti di un'antica cultura, Pro loco-Comunità montana Valle Roveto, Corcumello, 2005, pp. 16-17.
  4. ^ Osvaldo Cipollone, Monastero di Santa Maria delle Cese, su terremarsicane.it, Terre Marsicane. URL consultato il 27 aprile 2020.
  5. ^ Capistrello restauri chiesa di San Nicola, su ansa.it, ANSA, 8 maggio 2019. URL consultato il 27 aprile 2020.
  6. ^ Capistrello, al via i restauri nella chiesa di San Nicola a Corcumello, su abruzzoweb.it, Abruzzo Web, 8 maggio 2019. URL consultato il 27 aprile 2020.
  7. ^ Ignazio Carlo Gavini, Corcumello, su treccani.it, Treccani. URL consultato il 27 aprile 2020.
  8. ^ Touring Club Italiano, 2005, p. 239.
  9. ^ Eleonora Berardinetti, Il restauro in chiesa.., su ilcentro.it, Il Centro, 3 dicembre 2019. URL consultato il 27 aprile 2020.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]