Chiesa di San Michele Arcangelo (Olomouc)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di San Michele Arcangelo
Kostel svatého Michaela archanděla
14-06-03-olomouc-RalfR-23.jpg
La chiesa col Convento dei Domenicani.
StatoRep. Ceca Rep. Ceca
RegioneFlag of Olomouc Region.svgOlomouc
LocalitàOlomouc coat-of-arms.pngOlomouc
ReligioneCristiana cattolica
TitolareArcangelo Michele
Arcidiocesi Olomouc
Consacrazione9 maggio 1707
ArchitettoGiovanni Pietro Tencalla
Stile architettonicobarocco
Inizio costruzione1676 su edifici precedenti
Completamento1703
Sito web

Coordinate: 49°35′38″N 17°15′15″E / 49.593889°N 17.254167°E49.593889; 17.254167

La chiesa di San Michele Arcangelo (in ceco Kostel svatého Michaela archanděla) è un edificio di culto cattolico di rito romano della città di Olomouc, in Repubblica Ceca. Si tratta di un edificio barocco caratterizzato da tre cupole che si stagliano sull'orizzonte cittadino e costituisce uno dei simboli della città.

Storia e architettura[modifica | modifica wikitesto]

Veduta dell'interno con le tre cupole.

La chiesa sorse in stile gotico insieme all'annesso convento dei Domenicani nel XIV secolo. La sua fondazione risale al 1380 quando venne eretta sul versante nord-orientale del chiostro. Con gli incendi del 1398 e del 1404 le altre gallerie del chiostro vennero rifatte, in uno stile gotico più evoluto. Di quest'epoca restano la cappella di Sant'Alessio, del 1380, il chiostro e la torre del 1482[1].

Dopo le devastazioni degli Svedesi durante la Guerra dei Trent'anni, la chiesa venne completamente ricostruita nelle forme barocche attuali. Il cantiere iniziò nel 1676 su progetto del ticinese Giovanni Pietro Tencalla. La struttura muraria venne terminata nel 1686, quando si intraprese la ricca decorazione interna a stucchi e affreschi, completata nel 1703 da Baldassarre Fontana. La chiesa fu consacrata il 9 maggio 1707, ma già nel luglio del 1709 venne danneggiata da un incendio e subito restaurata. L'edificio è caratterizzato da tre cupole che simboleggiano la Santissima Trinità, al loro interno rivestite di affreschi. L'organo della chiesa è originale e venne realizzato nel 1706 dal mastro organaro David Sieber da Brno.

Il convento venne completamente ristrutturato in stile neoclassico nel 1840[1], quando passò ai Salesiani divenendo seminario vescovile con il nome di Salesianum.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b "Le Repubbliche Ceca e Slovacca", Guida TCI, 1995, p. 125

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (CS) J. Bláha, M. Pojsl, V. Hyhlík, Olomouc – Kostel sv. Michala, Historická společnost Starý Velehrad se sídlem na Velehradě, Velehrad, 1992

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]