Chiesa di San Martino (Sessa)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di San Martino di Tours
Chiesa di San Martino (Sessa).jpg
con l'Oratorio di Sant'Adalberto sullo sfondo.
StatoSvizzera Svizzera
CantoneTicino Ticino
LocalitàSessa
ReligioneCattolica
TitolareMartino di Tours
Diocesi Lugano
Consacrazione1696
Stile architettonicobarocco
Inizio costruzione1609
Completamento1819

L'antica chiesa parrocchiale di San Martino[1] è un edificio religioso che si trova a Sessa, in Canton Ticino, voluta dai nobili Sessa, feudatari della zona dal XIII secolo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'edificio, citato già in documenti storici risalenti al 1288, fu per lungo tempo di giuspatronato della nobile famiglia Sessa, feudataria della zona: nei primi del Quattrocento il nobile Gabardo Sessa fece dono alla chiesa di alcune sue proprietà terriere adiacenti, mentre è del 1525 un documento che attesta l'elezione a cappellano da parte dei consorti Sessa del parente Giovanni Giacomo Sessa, già chierico della Diocesi di Milano.[2] Nei secoli successivi subì pesanti rimaneggiamenti: già nel XVI secolo venne ampliata (ed in seguito a questi lavori nel 1560 ottenne i diritti parrocchiali), con ulteriori ristrutturazioni effettuate nel 1609 e nel 1630. La parrocchia aveva in origine più ampia giurisdizione, avendo sotto di sé anche Monteggio e, fino al 1842, il paesino lombardo di Cremenaga.[3]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa si presenta con una pianta ad aula rettangolare, con 3 cappelle laterali su tre lati ed un coro quadrangolare; degno di nota il prezioso e monumentale altare ligneo della chiesa (1662)

San Grato con sant'Antonio abate, il Cristo morto sottostante

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chiesa di San Martino - Inventario dei beni culturali Archiviato il 5 novembre 2013 in Internet Archive.
  2. ^ Fascicolo Sessa, conservato nell'Archivio della Consulta Araldica a Roma (Archivio Centrale dello Stato).
  3. ^ Parrocchia della Santissima Annunziata, 1842 - [1989] – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Sarinelli, La Diocesi di Lugano. Guida del clero, La Buona Stampa, Lugano 1931, 125-126.
  • Francesco Bertogliatti, Profilo storico di Sessa, Como 1942.
  • Virgilio Gilardoni, Il Romanico. Catalogo dei monumenti nella Repubblica e Cantone del Ticino, La Vesconta, Casagrande S.A., Bellinzona 1967, 551-552.
  • Bernhard Anderes, Guida d'Arte della Svizzera Italiana, Porza-Lugano 1980, 250-251.
  • Giovanni Maria Staffieri, "Sessa", in Malcantone. Testimonianze culturali nei comuni malcantonesi, Bernasconi, Lugano-Agno 1985, 47, 50-55.
  • AA.VV., Guida d'arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007, 410-411.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]