Chiesa di San Lorenzo (Spignana)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di San Lorenzo
Chiesa di San Lorenzo a Spignana.jpg
Facciata della Chiesa di Spignana
StatoItalia Italia
RegioneToscana
LocalitàSpignana
ReligioneCristiana cattolica
TitolareSan Lorenzo
Diocesi Pistoia

Coordinate: 44°02′31.87″N 10°28′20.83″E / 44.042186°N 10.472454°E44.042186; 10.472454

La chiesa di San Lorenzo è un edificio religioso situato a Spignana, nel comune di San Marcello Piteglio, nella provincia di Pistoia, in Toscana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa risale al XII-XIII secolo.

Il vescovo di Pistoia, Giuseppe Debernardi, con un decreto del 1937 elevò la cura di Spignana alla dignità di prioria.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'impianto è a navata unica con facciata a capanna, ornata di un rosone a vetrata rappresentante il santo patrono, così come la lunetta sulla facciata. Sull'architrave in pietra serena del portone d'ingresso persiste una scritta, parzialmente rovinata, dove si riconoscono parole che recitano: Templa Sacerdoti. È stata trasformata in varie epoche, ma in particolare nel XVIII secolo. La chiesa sorge comunque su di una struttura preesistente, forse di origine gota, oggi rappresentata dalla torre campanaria.

Del complesso fanno parte la casa canonica, collegata alla chiesa tramite un breve passaggio sopraelevato in muratura, la sagrestia e la residenza del diacono (oggi non più proprietà ecclesiale). Anch'essa era comunicante la canonica da un passaggio analogo a quello prima descritto.[2] Il giardino della casa canonica, ristrutturato negli anni cinquanta del Novecento, ospitava il vecchio camposanto che venne trasferito, poco fuori del paese, durante l'età napoleonica. Vi si trova inoltre una fonte d'acqua che origina dalle falde del vicino lago Scaffaiolo, la quale era considerata in epoca medievale prodigiosa per i malati .

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Parrocchia-Spignana-S.Lorenzo (PT), su diocesipistoia.it.
  2. ^ Parrocchie di Lizzano e Spignana, su massalizanum.it'.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]