Chiesa di San Bernardo (Santo Stefano d'Aveto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa di San Bernardo di Mentone
Santo Stefano d'Aveto-panorama Ascona-2008.jpg
Il paese di Ascona
Stato Italia Italia
Regione Liguria
Località Ascona (Santo Stefano d'Aveto)
Religione Cattolica
Diocesi Diocesi di Piacenza-Bobbio
Inizio costruzione 1827
Completamento 1837

Coordinate: 44°34′03.83″N 9°25′43.45″E / 44.567731°N 9.428736°E44.567731; 9.428736

La chiesa di San Bernardo di Mentone è un luogo di culto cattolico di Santo Stefano d'Aveto, situato nella frazione di Ascona. La chiesa è sede della parrocchia omonima del vicariato di Bobbio-Alta Val Trebbia-Aveto-Oltrepenice della diocesi di Piacenza-Bobbio[1].

Cenni storici e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di Ascona fu edificata tra il 1827 e il 1837 per volere del locale parroco don Giuseppe Marrè ed è l'unico edificio a pianta a croce greca esistente nel territorio della valle. In considerazione del gran numero di pellegrini e fedeli che accorrevano (e accorrono tutt'oggi), specialmente in occasione delle festività patronali, prima della seconda guerra mondiale che interruppe tutto, doveva essere eletta a santuario. Si narrano storie di miracolose guarigioni che si attuarono ai piedi della statua della Madonna.

La sua dedicazione si ha nel XIX secolo: difatti prima gli abitanti di Ascona dovettero arrivare fino alla vicina Torrio, passando per un sentiero al di là del monte; li vi era il monastero di Torrio, fondato dai monaci di San Colombano di Bobbio che sostituì il monastero locale decaduto. Per questo motivo, sul suddetto sentiero, è presente un'antica e cara cappelletta alla Madonna della Guardia che ebbe il ruolo di indicare ai fedeli che erano sulla via giusta per andare alla chiesa, nonché per ricordare la sacralità del luogo e stimolare la preghiera. Ancora oggi, il 29 agosto, anniversario dell'apparizione di Maria sul Monte Figogna, gli abitanti di Ascona si recano alla cappelletta per pregare e rendere grazie a colei che per molti secoli è stata guida ai fedeli che si recavano alla messa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]