Chiesa di San Baronto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa di San Baronto
Chiesa di San Baronto, ext. 01.JPG
Esterno
Stato Italia Italia
Regione Toscana
Località San Baronto
Religione Cattolica
Titolare San Baronto
Diocesi Diocesi di Pistoia
Consacrazione 1018
Inizio costruzione VII secolo
Completamento XI secolo

Coordinate: 43°50′21″N 10°55′02″E / 43.839167°N 10.917222°E43.839167; 10.917222

La chiesa di San Baronto si trova a San Baronto, frazione di Lamporecchio, in provincia di Pistoia.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Vuole la tradizione che San Baronto, monaco dell'abbazia francese di Reghereto, abbia scelto il luogo che oggi da lui prende il nome come sede ultima del suo lungo peregrinare. Qui egli condusse, nel VII secolo, vita eremitica fino alla fine dei suoi giorni. Intorno alla sua tomba sorse un oratorio che, ricostruito all'inizio dell'XI secolo, venne consacrato nel 1018.

La chiesa attuale si presenta completamente ricostruita dopo l'ultima guerra. Dell'originaria costruzione resta la cripta, la più antica rimanente in Toscana, composta da cinque navatelle concluse da tre absidi e separate da colonne. Su queste ultime si impostano interessanti capitelli vicini a quelli della cattedrale di Aquileia (IX secolo). Nella cripta sono conservati resti di affreschi del XIV-XV secolo.

In chiesa si segnala un dipinto su tela raffigurante la Madonna in trono con i santi Paolo e Baronto; l'opera è datata 1603 e firmata dal pistoiese "Tarquinius Gatius".

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]