Chiesa di Maria Santissima Immacolata (Acquafredda)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di Maria Santissima Immacolata
MarateaAcquafreddaImmacolata.JPG
La chiesa di Acquafredda
StatoItalia Italia
RegioneBasilicata Basilicata
LocalitàMaratea
ReligioneCattolicesimo
Diocesi Tursi-Lagonegro

La chiesa di Maria Santissima Immacolata è la chiesa patronale di Acquafredda, frazione del comune di Maratea. Si trova nella piazzetta dedicata a Francesco Saverio Nitti.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Fu costruita nel 1833 come ampliamento di una cappella del XVIII secolo. Sopra l'entrata troneggia un dipinto su piastrelle della Madonna Immacolata.
L'unica navata, decorata in stile romano, è ritmata da archi longitudinali nelle pareti laterali sormontati da un cornicione decorato. Al centro della volta si trova un affresco della Madonna Immacolata, mentre in cima alle colonne del presbitero di trovano affreschi dei quattro Evangelisti, opere queste del XIX secolo. Sulla parete sinistra si trovano una statua della Madonna Addolorata del XVIII secolo, un dipinto di San Biagio e una statuina di Sant'Anna e la Vergine del XIX secolo. Sulla parete destra della navata, dove sotto l'altare di San Biagio riposano le spoglie del patriota Costabile Carducci, si trova una statua della Madonna del Carmine del 1897; entrando, a destra, c'è l'altare con la statua di Sant'Antonio di Padova. Il grande altare maggiore, del XVIII-XIX secolo, in marmo bianco misto a marmi policromi, contiene uno sportello del tabernacolo in oro, sotto l'altare c'è la fossa comune dei bambini (mentre in sagrestia c'è quella degli adulti). Sopra l'altare, in una nicchia decorata, si trova una statua della Madonna Immacolata del XVIII secolo. Sotto l'altare di San Giuseppe, invece, sono sepolti i sacerdoti. Degno di nota è anche l'organo in legno dipinto del XIX secolo. Da notare, entrando a sinistra, il fonte battesimale con una pregevole poerticina dipinta raffigurante il Battesimo di Gesù.