Chiesa della Vergine Maria del Carmine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vergine Maria del Carmine
Chiesa del carmine-modugno.jpg
Facciata
StatoItalia Italia
RegionePuglia
LocalitàModugno
ReligioneCattolica
TitolareMadonna del Carmine
Arcidiocesi Bari-Bitonto
Stile architettonicotardo rinascimentale
Inizio costruzioneXVIII secolo

La chiesa della Vergine Maria del Carmine è un luogo di culto di Modugno (BA), in via Carmine.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La costruzione risale ai primi del Settecento, dalla ristrutturazione di una costruzione civile[1]. La facciata rettangolare presenta, nella parte bassa, un bugnato. Il portale, di fattura molte semplice, è circondato da una cornice notevolmente aggettante ed è sormontato dallo stemma dell'Ordine carmelitano[2]. Sopra il portale è presente un finestrone. Sormonta la facciata un campanile a vela del 1770 dalle forme vagamente spagnoleggianti. L'interno è costituito da una sala rettangolare con volta a botte[2]. Il pavimento è stato restaurato nel 1958. Sono presenti due nicchie[1]: una ospita una statua della Madonna del Carmine, nell'altra ci sono le statue dei santi medici qui trasportati nel 1953 dalla cappella sconsacrata della famiglia Cesena[3] (nel centro srorico dove era situata La Motta).

In questa chiesa opera la Confraternita del Carmine, in origine formata da medi e piccoli proprietari terrieri, con lo scopo di venerare la Madonna del Carmelo. La confraternita è stata creata il 24 maggio 1791 con decreto di Ferdinando IV di Borbone e il 14 febbraio 1860 divenne arciconfraternita[2]. Nel 1866 divenne opera pia utilizzando le proprie rendite per aprire un ospizio di mendicità che rimase operante fino al 1941, nei locali dell'ex convento dei frati cappuccini[4].

Il portale della chiesa. È possibile leggere l'iscrizione dedicata all'arciconfraternita del Carmine

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b A. Gernone, N. Conte, M. Ventrella (a cura di), Modugno. Guida Turistico-culturale, Modugno, Associazione Pro Loco di Modugno, 2006, p. 87.
  2. ^ a b c Nicola Milano, Curiosando per Modugno, Bari, Ristampa a cura di Levante, 1997, p. 80.
  3. ^ Nicola Milano, Curiosando per Modugno, Bari, Ristampa a cura di Levante, 1997, pp. 73-74.
  4. ^ A. Gernone, N. Conte, M. Ventrella (a cura di), Modugno. Guida Turistico-culturale, Modugno, Associazione Pro Loco di Modugno, 2006, p. 88.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Nicola Milano, Curiosando per Modugno, Bari, Ristampa a cura di Levante, 1997, p. 80.
  • A. Gernone, N. Conte, M. Ventrella (a cura di), Modugno. Guida Turistico-culturale, Modugno, Associazione Pro Loco di Modugno, 2006, pp. 87-88.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]