Chiesa della Madonna della Divina Provvidenza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa della Madonna della Divina Provvidenza
Milano - chiesa della Madonna della Divina Provvidenza - esterno.JPG
StatoItalia Italia
RegioneLombardia Lombardia
LocalitàMilano
Religionecattolica
TitolareMadonna della Divina Provvidenza
Arcidiocesi Milano
ArchitettoAmos Edallo
Completamento1958
Sito web

Coordinate: 45°28′37.61″N 9°05′22.35″E / 45.477114°N 9.089542°E45.477114; 9.089542

La chiesa della Madonna della Divina Provvidenza, già dei Santi Nazario e Celso, è una chiesa parrocchiale di Milano, sita nel quartiere periferico di Quinto Romano.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa, in origine intitolata ai santi Nazario e Celso, venne costruita nel 1958 su progetto di Amos Edallo[1], in sostituzione di una chiesa precedente, eretta in parrocchia nel 1887[2] ed elevata a prepositura nel 1924[3].

Nel 1973, con un decreto dell'arcivescovo cardinale Colombo, il titolo della chiesa fu modificato in “Madonna della Divina Provvidenza”[2].

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di una chiesa d'impianto tradizionale, con pianta a croce latina di 53 metri di lunghezza e 22 di larghezza, struttura in calcestruzzo armato e muri di riempimento in mattoni a vista[1].

L'immagine esterna è particolarmente caratterizzata dall'andamento spezzato della copertura, che si prolunga anteriormente formando una tettoia antistante la facciata; all'incrocio fra la navata e il transetto si alza un ampio tiburio a pianta ottagonale, concluso superiormente da un'alta lanterna[1].

La struttura della copertura si riflette sul disegno dello spazio interno, illuminato superiormente da finestrature triangolari. L'area presbiteriale è contornata da una parete con matroneo[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d De Carli (1994), p. 143
  2. ^ a b Parrocchia della Madonna della Divina Provvidenza, su lombardiabeniculturali.it.
  3. ^ Prepositura della Madonna della Divina Provvidenza, su lombardiabeniculturali.it.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cecilia De Carli (a cura di), Le nuove chiese della diocesi di Milano. 1945-1993, Milano, Edizioni Vita e Pensiero, 1994, ISBN 88-343-3666-6.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]