Chiesa della Concezione al Chiatamone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa della Concezione al Chiatamone
Crocelle02.jpg
Facciata
Stato Italia Italia
Regione Regione-Campania-Stemma.svg Campania
Località CoA Città di Napoli.svg Napoli
Religione Cristiana cattolica di rito romano
Titolare Maria
Diocesi Arcidiocesi di Napoli
Stile architettonico barocco
Inizio costruzione XVII secolo

Coordinate: 40°49′50.58″N 14°14′45.49″E / 40.830717°N 14.24597°E40.830717; 14.24597

La chiesa della Concezione al Chiatamone (o le Crocelle, come è popolarmente chiamata) è una chiesa d'origine seicentesca ubicata a Napoli, in via del Chiatamone. La chiesa è chiusa al culto.[1][2]

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La facciata, particolare

Venne eretta nel XVII secolo grazie alle donazioni dei cittadini ed in particolar mondo della nobildonna Giulia della Castella. Nei successivi decenni la chiesa subì rimaneggiamenti e espansioni, mentre nel XIX secolo, sotto il dominio francese, il convento fu soppresso e riaperto nel 1821.

Il nome della chiesa deriva dal fatto che i frati che ci vivevano appartenevano all'ordine dei Crociferi.

L'edificio presenta una facciata barocca di Bartolomeo Vecchione, articolata in basso per mezzo di lesene composite (tre per lato), mentre il secondo ordine è scandito da paraste con al centro un finestone sormontato da una decorazione di stucco.

Nell'interno a croce latina ed a navata unica con cappelle, sono conservate opere di Paolo De Matteis (sepolto in questa chiesa) ed un crocifisso di Giovanni Bernardino Azzolino.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Touring club italiano. Napoli e dintorni, Touring Editore, 2001.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]