Chiesa dei Santi Pietro e Paolo (Nesso)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa dei Santi Pietro e Paolo
StatoItalia Italia
RegioneLombardia
LocalitàNesso
ReligioneCattolica
TitolarePietro apostolo
Paolo di Tarso
Consacrazione1095

Coordinate: 45°55′00.48″N 9°09′11.99″E / 45.9168°N 9.15333°E45.9168; 9.15333

La chiesa parrocchiale del Santi Pietro e Paolo è il principale edificio religioso di Nesso (CO). Sorge nel borgo di Nesso a pochi metri dalle acque del lago di Como. La chiesa in origine era rivolta verso il lago, quando venne ricostruita in stile barocco nel 1600, la facciata fu spostata verso l'abitato come da dettami dell'epoca. Dell'antica chiesa sono ancora visibili i resti di un affresco nel ripostiglio adiacente al campanile.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La tradizione locale indica nel 1095 l'anno di fondazione della chiesa, alla presenza di Papa Urbano II in viaggio verso Clermont-Ferrand per indire la prima crociata (Appello di Clermont). L'edificio subì numerose trasformazioni nel corso dei secoli, fino ad una radicale riedificazione iniziata nel 1632 e terminata nel corso del XVIII secolo.

La chiesa ebbe un ruolo fondamentale per la vita religiosa dell’area, in quanto fu la plebana della pieve di Nesso; questa sua importanza è testimoniata dal ricco apparato decorativo dell’interno.La chiesa divenne presto la principale del territorio, ottenendo il titolo di pieve.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La facciata è suddivisa in due ordini, sormontati da un timpano con la figura di Dio Padre. Nella fascia inferiore è presente il ricco portale e due nicchie con i santi Pietro e Paolo, nella superiore invece si apre una sorta di serliana con le tre finestre che illuminano l'interno.

Lungo il fianco sinistro è possibile notare, alla stessa altezza della facciata, una struttura che fuoriesce dal corpo principale dell’edificio e che al suo interno ospita il battistero e, in posizione più arretrata, l’alta torre campanaria.

L’interno è costituito da un'aula ad unica navata sulla quale si innesta il presbiterio; la navata è suddivisa in tre campate, due delle quali ospitano quattro cappelle laterali (due per lato) riccamente adornate[1].

Nel presbiterio spicca l'altare maggiore, marmoreo; la parete dietro di esso è ornata da una pala raffigurante la Madonna con Bambino e i santi Pietro e Paolo incorniciata da quadrature affrescate nel secolo successivo. Altri dipinti sono presenti nell'area presbiterale.

Vicino all'ingresso, sempre sulla sinistra, è presente il battistero con una cupola ottagonale; ogni vela ospita una coppia di santi dipinti dal pittore Luigi Tagliaferri.

Completano l'apparato decorativo della chiesa l'organo collocato sulla contro-facciata, il cui mobile ligneo risale al Settecento, e gli affreschi che ricoprono la volta della navata, realizzati nel 1930: dalla prima alla terza campata si riconoscono la Trinità, l’Assunzione della Vergine e Angeli[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Santi Pietro e Paolo, su triangololariano.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]