Chiesa dei Santi Giuseppe e Orsola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Santi Giuseppe e Orsola
Campo Marzio - Chiesa dei SS. Giuseppe e Orsola (sconsacrata).jpg
Facciata
StatoItalia Italia
RegioneLazio
LocalitàRoma
Religionecattolica
Diocesi Roma
Inizio costruzione1684

Coordinate: 41°54′24″N 12°28′42.3″E / 41.906667°N 12.478417°E41.906667; 12.478417

La chiesa dei Santi Giuseppe e Orsola è una chiesa sconsacrata di Roma, nel rione Campo Marzio, in via Vittoria. Il tempio e l'annesso monastero delle agostiniane furono edificati da Camilla Orsini Borghese e comprati con le offerte di Laura Maninozzi d'Este, duchessa di Modena, nel 1684, come conservatorio per ragazze. Clemente XIII fece restaurare ed abbellire la chiesa, Benedetto XIV la ampliò su progetto di M. Fontana; fu ancora ampliata ed abbellita tra il 1760 e il 1779 ad opera di Pietro Camporese il Vecchio.

Così scrive l'Armellini:

«L’interno della chiesa è assai ricco di lavori in stucco: alcuni degli affreschi dell’altare maggiore sono opera del celebre pittore gesuita fratel Pozzi, a cui pure spettano gli affreschi della cappella di sant’Agostino, e quello rappresentante il martirio di sant’Orsola e delle proprie compagne, che si ammira nella volta.»

(Armellini, op. cit., p. 339)

Nel 1839 la chiesa venne affidata all'Accademia di Santa Cecilia, che la muto' in sala per concerti. Oggi è sede del teatro di prova dell'Accademia nazionale d'arte drammatica.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]