Chiesa dei Santi Andrea e Bartolomeo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Santi Andrea e Bartolomeo
Monti - SS. Andrea e Bartolomeo.JPG
Facciata
StatoItalia Italia
RegioneLazio
LocalitàRoma
Coordinate41°53′13.63″N 12°30′10.4″E / 41.88712°N 12.50289°E41.88712; 12.50289
Religionecattolica di rito romano
TitolareBartolomeo apostolo
Diocesi Roma
Stile architettonicobarocco
Inizio costruzione1630
Completamento1636

La chiesa dei Santi Andrea e Bartolomeo è un edificio di culto cattolico di Roma, nel rione Monti, in via Santo Stefano Rotondo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Di origini antichissime, la sua storia è legata a quella dell'ospedale di San Giovanni.
La primitiva chiesa fu costruita sulla casa paterna di papa Onorio I (morto nel 638), assieme al monastero, come ricorda la biografia di papa Adriano I: «monasterium ss. Andreae et Bartholomaei, quod appellatur Honorii papae». In seguito, nel corso del XIV secolo la chiesa fu completamente ristrutturata, quindi ricostruita tra il 1630 e il 1636 sotto il pontificato di Urbano VIII a opera di Giacomo Mola e infine trasformata nelle forme settecentesche nel 1728, epoca in cui venne terminata la facciata, che include il portale quattrocentesco[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa è di forma quasi triangolare; il pavimento cosmatesco fu realizzato per opera dei guardiani dell'Arciconfraternita del Salvatore, Marco Diotaiuti e Giovanni Bonadies, nel 1462. Ha un solo altare posto sul fondo dell'abside e conserva un affresco di stile bizantino, che apparteneva alla cappella, poi demolita, di Santa Maria Imperatrice presso il monastero dei Santi Quattro Coronati.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chiesa dei Ss. Andrea e Bartolomeo, su tesoridiroma.net, Tesori di Roma. URL consultato il 22 ottobre 2020.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]