Chiara Moscardelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Chiara Moscardelli (Roma, 1972) è una scrittrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Roma nel 1972[1], vive e lavora a Milano dove svolge il lavoro di ufficio stampa.

Laureata all'Università degli Studi di Roma "La Sapienza"[2], ha esordito nel 2011 con il romanzo rosa semi-autobiografico Volevo essere una gatta morta[3].

Autrice di altri sette romanzi che spaziano dalla narrativa chick lit al giallo, ha lavorato per le case editrici Fanucci e Garzanti e collabora con l'inserto culturale de La Stampa Tuttolibri e le riviste Vanity Fair e Donna Moderna[4].

Il suo romanzo Extravergine, uscito nel 2019, è stato ispirato dall'omonima serie TV[5].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Serie Teresa Papavero[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scrittrici italiane del 2000: classe ‘70 (PDF), su donbosco-bo.it. URL consultato il 19 maggio 2018.
  2. ^ Roberto Bisogno, Volevo essere una gatta morta. Esordio di Chiara Moscardelli, su ilrecensore.com, 25 maggio 2011. URL consultato il 19 maggio 2018.
  3. ^ Dalila Borrelli, Intervista a Chiara Moscardelli, su mangialibri.com. URL consultato il 19 maggio 2018.
  4. ^ Baldini+Castoldi: Chiara Moscardelli è la nuova responsabile editoriale della narrativa, su illibraio.it, 26 febbraio 2018. URL consultato il 19 maggio 2018.
  5. ^ Aldo Grasso, «Extravergine, la serie che affronta il sesso sul filo dell’ironia, su corriere.it, 11 ottobre 2019. URL consultato il 6 febbraio 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN173029195 · ISNI (EN0000 0001 2330 2771 · LCCN (ENnb2011017349 · WorldCat Identities (ENlccn-nb2011017349