Chi vuol essere milionario?

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Chi vuol essere milionario)
Jump to navigation Jump to search
Chi vuol essere milionario?
Altri titoliChi vuol essere miliardario? (2000-2001)
Chi vuol essere milionario? - Edizione straordinaria (2008-2009)
Chi vuol essere milionario? - 20º anniversario (2018-2019)
PaeseItalia
Anno2000-2011, 2018-2020
Generegame show
Edizioni15
Puntate1 706 (al 5 novembre 2020)
Durata70 min (preserale)
180 minuti (prima serata)
Lingua originaleitaliano
Crediti
ConduttoreGerry Scotti
RegiaGiancarlo Giovalli, Giuliano Forni
Aiuto regiaFrancesca Poeta
AutoriBarbara Ancillotti, Giancarlo Antonini, Alvise Borghi, Elisabetta Cianci, Martino Clericetti, Ilenia Ferrari, Sabrina Mancini, Anna Gori, Angelo Mandelli, Ludovico Peregrini, Marco Soprano, Rosangela Bessi, Elena Comoglio, Cristina Nutrizio, Elena Sanpietro, Mauro Sucato, Davide Suardi
MusicheMatthew e Keith Strachan, Ramon Covalo
ScenografiaAlessandra Picchi
CostumiLoretta Bottioni
TruccoMaria Luigia Mancini, Elisabetta Borsi, Carmen Bruno, Barbara Machina
FotografiaAldo Solbiati, Franco Buso
ProduttoreNazarena Intino (Videotime), Francesca De Martini (Aran), Alessandra Scoglio (Endemol), Paola Mistura, Federica Nocetti, Alessandra Ligresti
Produttore esecutivoCorrado Grego (Endemol), Enrico Oggioni (Mediaset)
Casa di produzione
Rete televisivaCanale 5

Chi vuol essere milionario? (Chi vuol essere miliardario? dal 2000 al 2001) è un programma televisivo italiano in onda su Canale 5 con la conduzione di Gerry Scotti. È la versione italiana del format inglese Who Wants to Be a Millionaire?, prodotto dalla trasmittente ITV e da Celador e trasmesso in più di 120 nazioni del mondo. Le musiche (uguali in tutte le versioni internazionali) sono state composte da Matthew e Keith Strachan e Ramon Covalo.

In Italia è andato in onda nella fascia preserale (e per alcuni periodi anche in prima serata) dal 2000 al 2011 per 12 edizioni condotte ininterrottamente da Gerry Scotti che per questo motivo è entrato nel Guinness dei primati per aver presentato il maggior numero di puntate del format[1].

Per celebrare il ventesimo anniversario dalla nascita del format originale (1998), dal 7 dicembre 2018 al 14 marzo 2019 andarono in onda in prima serata dodici puntate speciali[2] sempre con la conduzione di Gerry Scotti[3].

Dal 22 gennaio al 4 marzo 2020, il programma tornò in onda per sei puntate con la quattordicesima edizione nuovamente in prima serata e con la conduzione di Gerry Scotti.

Dal 10 settembre al 5 novembre 2020, il programma è tornato in onda per nove puntate con la quindicesima edizione nuovamente in prima serata e con la conduzione di Gerry Scotti.

Con oltre 1 700 puntate[4] è l'ottavo quiz più longevo della televisione italiana.

Il programma ha avuto anche uno spin-off dal titolo 50-50, andato in onda nel 2008, ispirato a uno degli aiuti del format.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco è ispirato a un famoso quiz radiofonico statunitense degli anni cinquanta, intitolato The $64,000 Question, ed è probabilmente uno dei pochi show in cui le modalità di gioco sono uguali in tutti i paesi in cui viene trasmesso (ad eccezione, ovviamente, dei premi in virtù della moneta utilizzata nei vari paesi, dei soggetti delle domande e degli aiuti).

Il programma approdò in Italia il 22 maggio 2000 con il titolo Chi vuol essere miliardario? e venne proposto come un comune quiz televisivo, per tre settimane di programmazione giornaliera in preserale per un totale di 18 puntate[5][6].

Nel 2002, in concomitanza con l'avvento dell'euro, venne ribattezzato Chi vuol essere milionario?: questo nuovo titolo risultò aderente alla nuova realtà monetaria europea e comportò una modifica ai premi. Da quel momento il quiz andò in onda con maggior frequenza in ogni stagione, prima con serie di sole 12, 18 o 24 puntate e alcune speciali in prima serata, per lo più di domenica, poi ininterrottamente per la seconda parte della stagione, in preserale da lunedì a sabato, fino a coprire quasi tutta la stagione televisiva. Inoltre, dal 14 gennaio 2007 andò in onda in preserale anche la domenica.

Il 24 maggio 2010 andò in onda una puntata speciale in occasione del decimo anniversario del programma, la n° 1291. In questa puntata tornò in studio Giuseppe Scala, il primo concorrente della storia del quiz.

Il 29 luglio 2011, dopo 11 anni di messa in onda, il programma chiuse per bassi ascolti.

Nel corso del 2017 e durante la puntata domenicale di Caduta libera, Gerry Scotti rivelò in più occasioni la sua volontà di riproporre il programma. Dopo sette anni di pausa, il programma tornò in onda in prima serata a partire dal 7 dicembre 2018 in un'edizione celebrativa del ventesimo anniversario del format per 12 puntate fino al 14 marzo 2019[3]. Dal 22 gennaio al 4 marzo 2020 andò in onda la quattordicesima edizione seguita dalla quindicesima edizione andata in onda dal 10 settembre al 5 novembre 2020.

Le registrazioni, nel corso degli anni, si sono alternate tra il Michelangelo Studio di Cologno Monzese, di proprietà dello stesso conduttore Gerry Scotti, dal 22 maggio 2000 al 29 marzo 2009 e dal 10 settembre al 5 novembre 2020, e lo studio 20 del Centro di produzione Mediaset di Cologno Monzese dal 30 marzo 2009 al 29 luglio 2011. La tredicesima e la quattordicesima edizione, invece, sono state registrate in Polonia, nello studio della versione locale del quiz, dal 7 dicembre 2018 al 4 marzo 2020[7].

Variazioni nel format[modifica | modifica wikitesto]

I primi aggiornamenti del gioco in Italia si ebbero nel 2003 (nelle puntate preserali ogni concorrente aveva una settimana per provare a entrare in gioco partecipando alla gara del dito più veloce) e nel 2007 (con l'introduzione del quarto aiuto).

Il 14 gennaio 2008 cambiò la scaletta dei premi, che diventarono più ricchi, lasciando invariate le ultime quattro domande (dai 70000 € al milione).

Dal 15 dicembre 2008 al 29 marzo 2009 andò in onda un'edizione straordinaria, con delle regole diverse da quelle standard (vi era un tempo massimo per rispondere alle domande e l'unico aiuto presente era il passo). Il 30 marzo 2009 tornò l'edizione classica con alcuni cambiamenti, ossia la rimozione sia del quarto aiuto sia della prova del dito più veloce.

Il 6 settembre 2010, con l'inizio della dodicesima edizione (andata in onda anche in estate), venne introdotta un'ulteriore novità: vennero aboliti i traguardi intermedi fissi e prima di iniziare il gioco il concorrente poteva scegliere un traguardo intermedio che garantisce la vincita. In caso il concorrente non superasse il traguardo da lui stesso fissato non vinceva nulla.

Nella tredicesima edizione venne ripristinato il traguardo fisso dei 3000 € alla quinta risposta esatta, mentre il concorrente poteva scegliere dove posizionare il secondo traguardo intermedio. Vennero inoltre introdotti due nuovi aiuti: il Chiedilo a Gerry e l'Aiuto dell'esperto in sostituzione della Telefonata a casa.

Nella quattordicesima edizione l'Aiuto del pubblico è stato sostituito con lo Switch, utilizzato in passato fino al 14 dicembre 2008.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Edizione Puntate Inizio Fine
preserale prima serata
18 - 22 maggio 2000 10 giugno 2000
42 15 23 ottobre 2000 12 maggio 2001
16 settembre 2001 25 maggio 2002
54 10 22 settembre 2002 10 maggio 2003
24 9 1º settembre 2003 13 giugno 2004
132 3 ottobre 2004 11 giugno 2005
- 9 gennaio 2006 10 giugno 2006
154 4 dicembre 2006 6 maggio 2007
175 24 settembre 2007 20 aprile 2008
10ª 237 8 settembre 2008 7 giugno 2009
11ª 252 31 agosto 2009 6 giugno 2010
12ª 327 6 settembre 2010 29 luglio 2011
13ª - 12 7 dicembre 2018 14 marzo 2019
14ª 6 22 gennaio 2020 4 marzo 2020
15ª 9 10 settembre 2020 5 novembre 2020

Modalità di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Edizione classica (format originale)[modifica | modifica wikitesto]

A ogni puntata vi sono dieci aspiranti concorrenti dei quali solo uno viene chiamato a giocare con Gerry Scotti (ogni concorrente ha una settimana di tempo per provare a entrare in gioco, 1 o 2 giorni fino al 2002). Il concorrente viene scelto tramite la prova del dito più veloce, che consiste nel mettere quattro opzioni nell'ordine esatto nel minor tempo possibile. Il più veloce viene chiamato a giocare per un milione di euro (un miliardo di lire dal 22 maggio 2000 al 1º dicembre 2001). Dal 30 marzo 2009, con la scomparsa del dito più veloce, l'ordine dei concorrenti è stabilito dalla produzione del gioco.

Per vincere il montepremi il concorrente deve rispondere correttamente a 15 domande con quattro opzioni di risposta (A, B, C, D), di valore e difficoltà crescente e senza limiti di tempo. Se dà una risposta sbagliata viene eliminato e viene scelto un nuovo concorrente. Le domande 5 e 10 costituiscono dei traguardi intermedi: una volta superati, in caso di risposta errata, il concorrente non tornerà a casa a mani vuote ma con la cifra corrispondente al traguardo raggiunto.

Se il concorrente è in difficoltà dopo aver preso visione della domanda, può decidere di ritirarsi e conservare il premio vinto, oppure ricorrere a tre aiuti (quattro tra il 2007 e il 2008 e dal 2018) disponibili solo una volta a partita. Quelli utilizzati attualmente sono:

  • 50:50: presente sin dalla prima edizione, consiste nell'eliminazione di due risposte sbagliate da parte del computer, facendone rimanere due (delle quali solo una è esatta).
  • Switch: usato dal 24 settembre 2007 al 14 dicembre 2008 e poi reintrodotto dal 22 gennaio 2020 (in sostituzione dell'Aiuto del pubblico), questo aiuto permette di cambiare la domanda con un'altra di stesso valore e difficoltà ma di tutt'altro argomento.
  • Aiuto dell'esperto: introdotto nella tredicesima edizione, questo aiuto permette al concorrente di chiamare in suo aiuto un suo amico o parente esperto presente in studio.
  • Chiedilo a Gerry: introdotto nella tredicesima edizione, con questo aiuto il conduttore esprime al concorrente il suo parere e quella che secondo lui è la risposta esatta.

Insieme al 50:50, altri due storici aiuti usati sin dalla prima edizione erano:

  • Telefonata a casa: rimosso dalla tredicesima edizione, permetteva al concorrente di telefonare a un amico o un parente e parlare con lui per 30 secondi durante i quali colui che veniva chiamato doveva cercare di suggerire al concorrente la risposta esatta.
  • Aiuto del pubblico: rimosso dalla quattordicesima edizione, con questo aiuto la domanda veniva posta al pubblico che tramite un telecomando votava la risposta che riteneva corretta (un grafico in percentuali mostrava poi i risultati).

Alla fine della puntata suona una sirena che obbliga il concorrente a fare una scelta in 30-40 secondi: rispondere, ritirarsi o usare un aiuto. Se, usando o meno l'aiuto, risponde e indovina, torna a giocare nella puntata successiva.

Modalità rischio (Risk format, 2010-2011)[modifica | modifica wikitesto]

Dal 6 settembre 2010 al 29 luglio 2011, venne adottata la Modalità rischio. Le regole erano identiche all'edizione classica con la differenza che c'era un solo traguardo intermedio garantito al concorrente. Prima di iniziare la sua scalata, il concorrente piazzava il traguardo dove voleva lui e per avere una vincita minima garantita doveva necessariamente superare il traguardo da lui stesso fissato.

Edizione straordinaria a tempo (Hot Seat format, 2008-2009)[modifica | modifica wikitesto]

L'edizione straordinaria di Chi vuol essere milionario? andò in onda dal 15 dicembre 2008 al 29 marzo 2009. I concorrenti in gara erano sei, e tutti quanti prima o poi prendevano parte al gioco. All'inizio di ogni nuova scalata (una sola per puntata) veniva formulata una domanda "curiosa" ai concorrenti, ma senza dare delle possibili risposte ma solo delle indicazioni, a partire dalle quali si doveva provare a dare una risposta. Chi ci riusciva poteva decidere in che ordine presentarsi alle domande. Se nessuno indovinava, sarebbe stata confermata una sola indicazione tra le quattro proposte e sarebbero state inserite delle ulteriori specificazioni, dalle quali i concorrenti dovranno nuovamente cercare di capire la risposta esatta.

A turno i concorrenti dovevano rispondere alle 15 domande ma, a differenza dell'edizione classica, essi avevano a disposizione un tempo limitato e molto ridotto per rispondere: 15 secondi per le domande da 500 a 3000 €, 30 secondi per quelle da 5000 € a 20000 € e 45 secondi per quelle da 30000 € a un milione di euro. Inoltre, essi potevano servirsi di un solo aiuto, il passo, che consentiva di cedere la domanda al concorrente successivo, il quale doveva rispondere obbligatoriamente e non poteva usare il suo passo immediatamente. Se indovinava, proseguiva la scalata fino a quando non avrebbe deciso di usare il passo, a sua disposizione a partire dalla domanda successiva, o fino a quando non avrebbe sbagliato una risposta. L'unico traguardo presente era quello di 5 risposte esatte (ossia quello da 3000 €): chi sbagliava avendo già superato tale traguardo vinceva 3000 €.

Se la risposta risultava errata oppure non veniva data entro il tempo stabilito, il montepremi massimo si riduceva di un livello, ovvero da una vincita massima di un milione si passava a una di 300000 €, e così via.

Inizialmente questa versione del gioco sarebbe dovuta terminare il 10 gennaio 2009 ma il successo ottenuto la portò a proseguire oltre. Nei giorni in cui andarono le ultime puntate vi fu una richiesta da parte di numerosi telespettatori per un ritorno dell'edizione classica e l'edizione straordinaria, pertanto, terminò il 29 marzo 2009. In questa edizione ci fu una novità anche nelle musiche: sono state comprate le musiche (versione remixata delle musiche classiche, composta da Ramon Covalo) utilizzate nella maggior parte delle versioni all'estero (la prima nel Regno Unito nel 2007) ma non nell'edizione classica italiana.[senza fonte]

Questa versione speciale del programma, concepita in Norvegia ma trasmessa per la prima volta in Italia, è stata esportata in vari paesi, in particolare è ancora in onda in Australia, dove è trasmesso su Nine Network, con la conduzione di Eddie McGuire, e in Grecia.[senza fonte]

Montepremi[modifica | modifica wikitesto]

Nel passaggio dalla lira all'euro la formula del gioco rimase invariata (quindici domande, tre aiuti e tre traguardi intermedi) ma l'importo della vincita venne riadattato alla nuova valuta raddoppiando di fatto la vincita massima, da circa mezzo milione a un milione di euro. Nel 2008 l'importo di alcuni traguardi cambiò e rimase invariato fino all'edizione del 2018. Nell'edizione straordinaria andata in onda dal 15 dicembre 2008 al 29 marzo 2009 il traguardo intermedio era solo quello dei 3000 €. Nel 2010 il traguardo era unico a scelta del concorrente[8], mentre nel 2018 era previsto un traguardo fisso alla quinta risposta di 3000 € e un secondo a scelta del concorrente[9].

Domanda Valore
2000-2001[10] 2002-2007[11] 2008-2010[12] 2010-2011[13] 2018-in corso[14]
15ª 1 miliardo ₤ 1 milione €
14ª 500000000 ₤ 300000 €
13ª 250000000 ₤ 150000 €
12ª 125000000 ₤ 70000 €
11ª 64000000 ₤ 35000 € 30000 €
10ª 32000000 ₤ 16000 € 20000 €[15]
16000000 ₤ 8000 € 15000 €
8000000 ₤ 4000 € 10000 €
4000000 ₤ 2000 € 7000 €
2000000 ₤ 1000 € 5000 €
1000000 ₤ 500 € 3000 €[16]
500000 ₤ 300 € 2000 €
300000 ₤ 200 € 1500 €
200000 ₤ 100 € 1000 €
100000 ₤ 50 € 500 €

Vincite importanti[modifica | modifica wikitesto]

Italia[modifica | modifica wikitesto]

In Italia il montepremi massimo è stato vinto quattro volte.

  • La prima avvenne nella puntata trasmessa il 18 marzo 2001, quando il montepremi era ancora in lire, e a vincere fu Francesca Cinelli, originaria di Lamporecchio[17].
  • La seconda avvenne nella puntata trasmessa il 17 ottobre 2004 e fu ottenuta da Davide Pavesi, di Cerro al Lambro[18].
  • La terza avvenne nella puntata trasmessa il 27 gennaio 2011 e fu ottenuta da Michela De Paoli, proveniente dalla provincia di Pavia[19].

Resto del mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Il 19 novembre 1999 avvenne la prima vincita milionaria in assoluto tra le tante edizioni internazionali di Chi vuol essere milionario?: John Carpenter, all'epoca un impiegato dell'Internal Revenue Service (l'ufficio imposte degli Stati Uniti d'America), all'edizione statunitense del quiz vinse 1 milione di dollari, usando ironicamente l'aiuto della telefonata a casa per l'ultima domanda solo per comunicare al padre Tom l'imminente vincita, conoscendo correttamente la risposta (quale presidente statunitense partecipò alla serie televisiva Laugh-in, ossia Richard Nixon)[21].
  • Nell'edizione portoghese del maggio del 2000 avvenne la prima vittoria femminile nella storia del programma. La donna, Renata Morgado, vinse 50 000 000 escudos.[senza fonte]
  • Sempre negli Stati Uniti, per un breve periodo, è andata in onda una versione speciale del gioco, intitolata Who Wants To Be a Super Millionaire? (in italiano Chi vuol essere super milionario?), il cui premio finale consisteva in 10 milioni di dollari (circa 7,5 milioni di euro). Nonostante l'introduzione di due aiuti aggiuntivi, Three Wise Men (la consulenza di tre persone colte) e Double Dip (due tentativi di risposta alla stessa domanda), nessun concorrente è mai riuscito ad aggiudicarsi il premio multi-milionario.[senza fonte]
  • Nell'edizione trasmessa nel Regno Unito Judith Keppel, una cugina di Camilla Parker-Bowles, fu la prima concorrente a vincere il premio massimo di 1 milione di sterline (all'epoca circa 1,5 milioni di euro), rispondendo correttamente alla domanda finale che chiedeva quale re inglese si sposò con Eleonora d'Aquitania (ossia Enrico II d'Inghilterra)[22].

Merchandising[modifica | modifica wikitesto]

Sull'onda del successo del programma sono stati creati vari videogiochi, giochi da tavolo, due giochi elettronici e un libro tratti da esso. Le versioni per PC, PlayStation e PlayStation 2 hanno la voce fuori campo del conduttore Gerry Scotti, sostituto da un'altra voce nel DVD interattivo e nelle versioni per Wii e Nintendo DS.

Titolo Piattaforma Anno di uscita Sviluppatore
Chi vuol essere miliardario? PC, PlayStation 2001 Eidos Interactive, Celador, HotHouse Creations
Chi vuol essere miliardario? - Dal famoso quiz televisivo Gioco in scatola 2001 Hasbro
Chi vuol essere miliardario? - Il gioco elettronico dal famoso quiz televisivo Gioco in scatola elettronico 2001 Hasbro
Chi vuol essere milionario? - Seconda edizione PC, PlayStation 2002 Eidos Interactive, Celador, HotHouse Creations
Chi vuol essere milionario? - Dal famoso quiz televisivo - 1ª edizione Gioco in scatola 2002-2007 Hasbro
Chi vuol essere milionario? - Il gioco elettronico dal famoso quiz televisivo Gioco in scatola elettronico 2003 Hasbro
Chi vuol essere milionario? DVD interattivo 2004 Zoo Digital Publishing, Universal
Chi vuol essere milionario? Junior Gioco da tavolo 2004 Hasbro
Chi vuol essere milionario? Advance Game Boy Advance 2005 Celador, HotHouse Creations
Chi vuol essere milionario? Party edition PlayStation 2, PC, PlayStation Portable 2006 Eidos Interactive, Celador, Climax Studios
Chi vuol essere milionario? 1ª Edizione Wii, Nintendo DS 2007 Ubisoft
Chi vuol essere milionario? 2ª Edizione Wii, Nintendo DS 2008 Ubisoft
Chi vuol essere milionario? - Dal famoso quiz televisivo - 2ª edizione Gioco da tavolo 2008-2010 Hasbro
Chi vuol essere milionario? Libro 2009 Arnoldo Mondadori Editore
Chi vuol essere milionario? iOS, Windows Phone 2010 Mediaset, 2waytraffic
Chi vuol essere milionario? - Dal famoso quiz televisivo - 3ª edizione Gioco da tavolo 2010-2012 Hasbro
Chi vuol essere milionario? 2011 iOS 2011 Mediaset, 2waytraffic
Chi vuol essere milionario? 2012 Android 2012 Mediaset, 2waytraffic
Chi vuol essere milionario? - Le edizioni speciali PlayStation 3, Xbox 360, PC 2011-2012 2waytraffic, DoubleSix, Deep Silver
Varie versioni Java Java 2004-2013 Glu Mobile
Chi vuol essere milionario? - 20º anniversario - Il gioco ufficiale Gioco da tavolo 2019-in corso Ravensburger
Chi vuol essere milionario? PlayStation 4, Nintendo Switch, Xbox One, PC/Mac 2020-in corso Appeal Studios

Nota: nelle versioni inglese, russa, australiana, tedesca, olandese, francese e americana del DVD interattivo, sono fisicamente presenti i rispettivi conduttori. Nella versione italiana invece il conduttore è sostituito dal logo e da una voce fuori campo che però non è quella di Gerry Scotti. Anche le versioni inglese e francese per Wii e Nintendo DS presentano i rispettivi conduttori.

Nel cinema e nella televisione[modifica | modifica wikitesto]

Nel film The Millionaire del 2008, il protagonista è Jamal, un ragazzo di Mumbai cresciuto per strada, che partecipa al quiz Chi vuol essere milionario? e riesce a vincere il premio finale di 20 milioni di rupie (quasi 310000 €).

Nel film Il mio migliore amico del 2006, uno dei due protagonisti partecipa all'edizione francese di Chi vuol essere milionario? e vince un milione di euro grazie alla telefonata fatta all'altro protagonista del film in occasione della domanda finale.

Ne Il milionario, ultima puntata della serie televisiva italiana I liceali 3, trasmessa da Canale 5 il 6 luglio 2011, il professore di matematica Enea Pannone, accompagnato da Jamal Kira, lo studente indiano a cui è molto legato, supera la prova del "Dito più veloce" di Chi vuol essere milionario? e risponde correttamente alla domanda da 300000 € ma decide di fermarsi a questo punto, nonostante i tre aiuti siano ancora inutilizzati. Pannone giustifica questa scelta come una forma di affetto e rispetto nei confronti dei propri allievi. Al ritorno a casa, alla stazione di Roma, Pannone viene accolto come un eroe dai suoi studenti.

Il gioco viene citato due volte sulle pagine di Topolino sui numeri 3039 e 3227, pur non avendo una storia propria ma essendo agganciato ad altre storie.

Nell'episodio Il giorno dello sciacallino de I Simpson Boe Szyslak partecipa al gioco rispondendo esattamente a una domanda da mezzo milione di dollari usando la telefonata a casa.

Nel 2020 ITV ha realizzato la miniserie di tre episodi Quiz, basata su una storia vera, che racconta la vicenda di Charles Ingram, che ha vinto un milione di sterline, barando con l'aiuto della moglie e di un altro concorrente.

Errori[modifica | modifica wikitesto]

Nella puntata italiana del 28 febbraio 2007, la concorrente Carla Cogo (di Genova), che aveva partecipato al quiz nel gennaio 2006, poté rigiocare a causa di un errore da parte degli autori nella sua domanda nº 10. La domanda chiedeva quale fosse l'affermazione falsa su I promessi sposi di Alessandro Manzoni. La concorrente rispose che l'affermazione falsa fosse "Renzo non contraeva la peste" ma per gli autori quella risposta era sbagliata. Fu poi verificato che Manzoni, in un breve passaggio, afferma che Renzo contrasse la peste ma ne guarì. Poiché la risposta data dalla concorrente era effettivamente giusta, Carla Cogo venne riammessa in gara potendo utilizzare gli aiuti della telefonata a casa e del pubblico che non aveva utilizzato nella sua precedente scalata.

Nella puntata italiana dell'8 giugno 2011 a un concorrente venne domandato chi vinse un Premio Nobel per la pace fra: Giovanni Paolo II, Giovanni XXIII, Madre Teresa di Calcutta e il Dalai Lama. La risposta data per corretta è stata Madre Teresa di Calcutta, che vinse il Nobel per la pace nel 1979, ma pure il Dalai Lama lo vinse, nel 1989. A una domanda quindi vi sono state due risposte corrette, il che è contrario alle regole stesse del gioco.

Chi vuol essere milionario? nel mondo[modifica | modifica wikitesto]

Planisfero in cui sono evidenziati i paesi dove è stato trasmesso Chi vuol essere milionario?

Il quiz è trasmesso in moltissimi paesi, tra cui:

Paese Titolo Conduttore Rete Anni di trasmissione
Regno Unito Regno Unito (format originale) Who Wants to Be a Millionaire? Chris Tarrant (1998-2014)

Jeremy Clarkson (dal 2018)

ITV 1998-2014, dal 2018
Australia Australia Who Wants to Be a Millionaire? (1999-2007)

Who Wants to Be a Millionaire? Hot Seat (dal 2009)

Eddie McGuire Nine Network dal 1999
Germania Germania Wer wird Millionär? Günther Jauch RTL dal 1999
Finlandia Finlandia Haluatko miljonääriksi? Lasse Lehtinen (1999-2005)

Ville Klinga (2005-2007)
Jaajo Linnonmaa (dal 2016)

Nelonen (1999-2005, dal 2016)

MTV3 (2005-2007)

1999-2005, 2005-2007, dal 2016
Paesi Bassi Paesi Bassi Lotto Weekend Miljonairs (1999-2008, 2011)

BankGiro Miljonairs (2019)

Robert ten Brink (1999-2008, 2019)

Jeroen van der Boom (2011)

SBS 6 (1999-2006, 2011)

RTL 4 (2006-2008, dal 2019)

1999-2008, 2011, dal 2019
Polonia Polonia Milionerzy Hubert Urbański TVN 1999-2003, 2008-2010, dal 2017
Russia Russia О’Счастливчик! (1999-2001)

Кто хочет стать миллионером? (dal 2001)

Dimitry Dibrov (1999-2001, dal 2008)

Maxim Galkin (2001-2008)

NTV (1999—2001)

Pervyi Kanal (dal 2001)

dal 1999
Spagna Spagna 50 por 15: ¿Quiere ser millonario? (1999-2001)

¿Quién quiere ser millonario? (2005-2009, 2020)
¿Quién quiere ser el millonario? (2012)

Carlos Sobera (1999-2001, 2005-2008)

Antonio Garrido (2009)
Nuria Roca (2012)
Juanra Bonet (2020)

Telecinco (1999-2001)

Antena 3 (2005-2009, 2020)
La Sexta (2012)

1999-2001, 2005-2009, 2012, 2020
Stati Uniti Stati Uniti Who Wants to Be a Millionaire? Regis Philbin (1999-2002, 2004, 2009)

Meredith Vieira (2002-2013)
Cedric the Entertainer (2013-2014)
Terry Crews (2014-2015)
Chris Harrison (2015-2019)
Jimmy Kimmel (2020-oggi)

ABC (1999-2002, 2004, 2009, 2020-oggi)

Syndication (2002-2019)

dal 1999
Austria Austria Alles ist möglich – Die 10-Milionenshow (2000)

Die Millionenshow (dal 2000)

Rainhard Fendrich (2000)

Barbara Stöckl (2000-2002)
Armin Assinger (dal 2002)

ORF 2 dal 2000
Francia Francia Qui veut gagner des millions? Jean-Pierre Foucault (2000-2016, 2019)

Camille Combal (dal 2019)

TF1 2000-2016, dal 2019
Giappone Giappone クイズ$ミリオネア (Quiz $ Millionaire) Mino Monta Fuji TV 2000-2013
Italia Italia Chi vuol essere miliardario? (2000-2001)

Chi vuol essere milionario? (dal 2002)

Gerry Scotti Canale 5 2000-2011, dal 2018
Norvegia Norvegia Vil du bli milionær? Arve Juritzen (2000)

Frithjov Wilborn (2000-2007)
Sarah Natasha Melbye (2008-2011)

TV 2 2000-2011
Portogallo Portogallo Quem quer ser millonário? Carlos Cruz (gennaio-maggio 2000)

Maria Elisa Domingues (2000-2001)
Diogo Infante (gennaio-aprile 2001)
Jorge Gabriel (2003-2008)
Manuela Moura Guedes (2013-2015)

RTP1 2000-2008, 2013-2015
Romania Romania Vrei să fii miliardar? (2000-2003)

Vrei să fii milionar? (2011-2012, 2014, dal 2018)

Virgil Lanțu (2000-2003, 2011-2014)

Teo Trandafir (dal 2018)

Kanal D (2011-2012, dal 2018)

Prima TV (2014)

2000-2003, 2011-2012, 2014, dal 2018
Slovenia Slovenia Milionár Martin Nikodým (2000-2006)

Iveta Malachovská (2007-2008)

TV Markiza

Jednotka

2000-2008
Bulgaria Bulgaria Стани Богат Niki Kanchev (2001-2014)

Mihail Bilalov (dal 2018)

Nova TV (2001-2014)

BNT 1(dal 2018)

2001-2014, dal 2018
Croazia Croazia Tko želi biti milijunaš Tarik Filipović HRT 1 2002-2010, dal 2019
Serbia Serbia Želite li da postanete milioner? Ivan Zeljković BKTV (2002-2006)

B92 (2007-2009)
Nacionalna/Syndicated (2010)
Prva Srpska Televizija (2010-2011)

2002-2011
Albania Albania Kush do të bëhet milioner? Veton Ibrahimi (2008-2009)

Agron Llakaj (2010-2012)
Fehmi Ferati (2009-2010)
Enkel Demi (2014)

RTK1 (2008-2012)

Alsat (2008-2012)
TV Klan (2011-2012)
RTSH (2014)

2008-2014
Moldavia Moldavia Vrei să fii milionar? Dan Negru Prime TV 2011-2012
Turchia Turchia Kim Milyoner Olmak İster? Kenan Işık Prima TV 2011

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Milionario Gerry Scotti entra nel Guinness dei primati, su digital-news.it, 6 maggio 2011.
  2. ^ In origine erano previste solo quattro puntate ma il riscontro in termini di ascolti indusse Mediaset a prolungare l'edizione
  3. ^ a b Canale 5: Le Grand Tralala rinviato a data da destinarsi, Il Milionario parte a dicembre al venerdì (Anteprima) tvblog.it.
  4. ^ «Veniamo con il tiggì». I mediani (di lusso) della tv. Spreme da anni puntate di «Chi vuol esser milionario?», su corriere.it.
  5. ^ CANALE 5: ESORDIO AL 33.89% PER "CHI VUOL ESSERE MILIARDARIO", su mediaset.it.
  6. ^ Gerry Scotti. Un quiz record - La Repubblica, 9 giugno 2000
  7. ^ Chi vuol essere milionario: arriva l'aiuto ‘Chiedilo a Gerry’. Le novità, su davidemaggio.it, 20 novembre 2018. URL consultato il 21 novembre 2018.
  8. ^ Chi vuol essere milionario cambia formula, su TVBlog.it, 3 agosto 2010. URL consultato il 23 febbraio 2019.
  9. ^ Chi vuol essere milionario 21 febbraio 2019: dopo Zeno Zonato e Ines Iacovella chi gioca con Gerry?, su televisione.it, 21 febbraio 2019. URL consultato il 23 febbraio 2019.
  10. ^ dal 22 maggio 2000 al 1º dicembre 2001
  11. ^ dal 13 gennaio 2002 al 9 dicembre 2007
  12. ^ dal 14 gennaio 2008 al 6 giugno 2010
  13. ^ dal 6 settembre 2010 al 29 luglio 2011
  14. ^ dal 7 dicembre 2018
  15. ^ Dal 2010 il traguardo non è fisso, ma a scelta del concorrente.
  16. ^ Nell'edizione 2010-2011 il traguardo non era fisso, ma a scelta del concorrente.
  17. ^ «Sbagliando, ho vinto un miliardo», in Corriere della Sera, 19 marzo 2001. URL consultato il 29 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 30 ottobre 2014).
  18. ^ Record nel quiz di Scotti: Davide, uno studente 22enne ha vinto un milione di euro, in Corriere della Sera, 18 ottobre 2004. URL consultato il 29 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 30 ottobre 2014).
  19. ^ Michela De Paoli vince un milione di euro a "Chi vuol essere milionario?" - Yahoo TV, 27 gennaio 2011
  20. ^ Roberto Mallò, Chi Vuol Essere Milionario?: Enrico Remigio ha vinto il milione di euro, su davidemaggio.it, 29 gennaio 2020. URL consultato il 29 gennaio 2020.
  21. ^ (EN) Taxman scoops a million, su BBC News, 21 novembre 1999.
  22. ^ (EN) Millionaire? Cleared of Ratings Fix, su BBC News, 15 gennaio 2001.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione