Chew Bahir

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chew Bahir
Stato Etiopia Etiopia
Coordinate 4°41′12″N 36°51′06″E / 4.686667°N 36.851667°E4.686667; 36.851667Coordinate: 4°41′12″N 36°51′06″E / 4.686667°N 36.851667°E4.686667; 36.851667
Dimensioni
Superficie 25 km²
Mappa di localizzazione: Etiopia
Chew Bahir
Chew Bahir

Il Chew Bahir, detto anche Lago Stefania, è un lago dell'Etiopia meridionale, al confine col Kenya.

Fu scoperto dall'esploratore Sámuel Teleki nel 1888 e visitato da Vittorio Bottego nel 1896.

Il lago copriva originariamente una estensione di circa 500 km²; ora è una vasta distesa di fango salato con un'area coperta da acque non superiore a 25 km².

Immissario principale è il fiume Galana che è a regime torrentizio e non riesce con il suo contributo di acque a contrastare la fortissima evaporazione. Il lago Stefania è, infatti, posto a circa 550 m s.l.m. in zona di alte temperature.