Chevalier Paul (D 621)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chevalier Paul
Chevalier Paul (D 621).jpg
Descrizione generale
Civil and Naval Ensign of France.svg
Tipofregata missilistica
cacciatorpediniere missilistico[1]
ClasseHorizon
ProprietàCivil and Naval Ensign of France.svg Marine nationale
IdentificazioneD 621
Ordine27 ottobre 2000
CantiereDCN, Lorient
Impostazione13 gennaio 2005
Varo12 luglio 2006
Entrata in servizio21 dicembre 2009
Caratteristiche generali
Dislocamento7050
Lunghezza152,87 m
Larghezza20,3 m
Pescaggio5,4 m
Propulsione50 000 CV
Velocità18 (29 max) nodi
Autonomia7000 mn a 18 nodi, 3500 mn a 25 nodi
Equipaggio193 persone (27 ufficiali, 120 sottufficiali, 46 marinai)
Equipaggiamento
Guerra elettronica

ESM:

ECM:

sonar:

Armamento
Mezzi aerei1 elicottero NHIndustries NH90

[senza fonte]

voci di cacciatorpediniere presenti su Wikipedia

Chevalier Paul è un'unità navale francese appartenente alla Classe Orizzonte.

Il suo distintivo ottico è D 621 ed è intitolata al navigatore francese del XVII secolo Chevalier Paul.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La nave è stata costruita negli stabilimenti DCN di Lorient dove il suo scafo è stato impostato sugli scali il 13 gennaio 2005, varata il 12 luglio 2006 ed è entrata in servizio nella Marine Nationale nel dicembre 2009, dopo che il 5 maggio precedenti nelle acque di La Spezia aveva preso parte insieme alla gemella Forbin e le sorelle italiane Doria Duilio ad un'esercitazione congiunta tra le Orizzonte italiane e francesi.

Dopo avere effettuato il 17 marzo 2010 un test missilistico con il lancio di un missile Exocet MM40 BlockIII[3] il giorno successivo 18 marzo la nave ha lasciato la sua base di Tolone per una lunga crociera, allo scopo di testare la nave a varie latitudini e differenti climi. Dopo avere attraversato lo stretto di Gibilterra è risalita verso il Mare del Nord e dopo avere costeggiato la Scandinavia ha raggiunto la Russia facendo scalo a Severomorsk, base della Flotta del Nord della Marina Militare Russa. Successivamente dopo avere partecipato a metà aprile ad un'esercitazione NATO in Atlantico, cui hanno preso parte anche la portaelicotteri d'assalto Mistral e la portaerei De Gaulle (R 91) ha raggiunto porti di Canada, Stati Uniti, Messico, Caraibi. Dopo avere attraversato il canale di Panama e circumnavigato l'America meridionale ha fatto scalo a Rio de Janeiro in Brasile e dopo avere attraversato l'Atlantico e visitato il Marocco ha fatto rientro a Tolone a metà luglio.[4].

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nella Marina francese il termine fregata designa attualmente due tipi di navi: le frégates de second rang cioè le fregate vere e proprie e gli avisos (navi simili a corvette) contraddistinte dal pennant number F (navi più piccole, leggere, furtive, di sorveglianza) e le frégates de premier rang cioè i cacciatorpediniere contraddistinti dal pennant number D (navi più grandi, da difesa aerea, anti-aerea, anti-sottomarino).
  2. ^ Horizon frigates, in Journal of Electronic Defense (JED), Association of Old Crows (AOC),, maggio 2010, pp. 30-42.
  3. ^ (FR) Premier tir de missile Exocet MM40 Block3 par la marine française, su meretmarine.com. URL consultato il 19 marzo 2010.
  4. ^ (FR) Le Chevalier Paul appareille pour sa traversée de longue durée, su meretmarine.com. URL consultato il 19 marzo 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]