Chef per un giorno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chef per un giorno
Chefx1giorno.jpg
PaeseItalia
Anno2006-2010
Generetalent show, cucina
Durata60 min
Lingua originaleitaliano
Crediti
Casa di produzioneMagnolia
Rete televisivaLA7
LA7d
Discovery Real Time

Chef per un giorno è un programma televisivo italiano di genere talent show culinario, prodotto da Magnolia e trasmesso per cinque stagioni, dal 2006 al 2010. Lo show è andato in onda in chiaro su LA7, e sul digitale terrestre su LA7d, mentre sul satellite è stato trasmesso da Discovery Real Time.

La sigla dello show è Glider del compositore italo-americano Bill Conti, tema originale estratto dalla colonna sonora del film Gioco a due del 1999.

Format[modifica | modifica wikitesto]

In ogni puntata del programma, un personaggio del mondo dello spettacolo deve dimostrare la sua abilità ai fornelli, vestendo per una sera i panni dello chef di un ristorante.[1] Questi deve proporre a sua scelta due diversi menù, ciascuno composto da un antipasto, un primo piatto, un secondo e un dessert, aiutato nella preparazione da uno staff di sous-chef professionisti, ognuno specializzato in una portata:[1] Sergio Maria Teutonico,[2] Maurizio Di Mario, Laura Di Rienzo, cui subentra in seguito Velia De Angelis, e Alessio Pizzi, sostituito nella quinta e ultima stagione da Alessandro Salamone.

Una volta impiattate le pietanze, lo "chef per un giorno" e gli altri cuochi assistono e commentano dalla cucina, tramite degli appositi schermi, alle reazioni dei clienti — all'oscuro dell'identità del personaggio famoso — ai piatti da loro offerti.[1]

Oltre ai clienti, particolare attenzione è riservata allo speciale "tavolo dei critici", composto da tre esperti gastronomici chiamati a giudicare i menù proposti:[1] presenze fisse in tutte le puntate sono i critici culinari Leonardo Romanelli e Fiammetta Fadda, affiancati a turno come terzo giudice da vari chef di ristoranti italiani — tra cui, presenza ricorrente, Alessandro Borghese.[2] Questo tavolo, assaggiando le portate ideate dal personaggio famoso, deve anche tentare d'indovinarne l'identità. I tre critici assegnano infine un voto alla cena — variabile da 1 a 5 "cappelli" —, prima di scoprire chi sia lo "chef per un giorno".

Nelle prime quattro stagioni il programma è stato realizzato nel ristorante "La Durlindana" di Roma, mentre la quinta e ultima stagione ha avuto come location il ristorante "VOY" di Ponte Milvio, sempre a Roma. Voce narrante di tutte le edizioni del programma è Claudio Guerrini.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Debora Marighetti, Chef per un giorno? Semplicemente adorabile, su tvblog.it, 31 luglio 2007.
  2. ^ a b Giorgia Iovane, Leonardo Romanelli, Sergio Maria Teutonico e la nostalgia di Chef per un giorno, su tvblog.it, 13 settembre 2018.