Charles Wegelius

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Charles Wegelius
Charles Wegelius (Tour de France 2007 - stage 7).jpg
Charles Wegelius al Tour de France 2007
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Altezza 180 cm
Peso 62 kg
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Ritirato 2011
Carriera
Squadre di club
1999 Linda McCartney stagista
2000-2002 Mapei
2003-2004 De Nardi
2005-2008 Liquigas
2009 Silence
2010 Omega Pharma
2011 UnitedHealthcare
Nazionale
2000-2005 Gran Bretagna Gran Bretagna
Carriera da allenatore
2012-2014 Garmin
2015- Cannondale-Garmin
Statistiche aggiornate al gennaio 2015

Charles Wegelius (Espoo, 26 aprile 1978) è un dirigente sportivo ed ex ciclista su strada britannico, professionista dal 2000 al 2011 e dal 2012 direttore sportivo del Team Cannondale-Garmin (già Garmin).

È figlio di Christopher Wegelius, cavaliere che rappresentò la Finlandia ai Giochi olimpici di Mosca nel 1980.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nato in Finlandia, Charles Wegelius passò professionista nel 2000 con la Mapei-Quick Step dopo alcuni mesi da stagista con il team Linda McCartney. In carriera si caratterizzò come un buon scalatore, con buone caratteristiche anche da cronoman. Nei dodici anni di professionismo vestì anche le maglie di De Nardi, Liquigas, Silence/Omega Pharma-Lotto e UnitedHealthcare, senza però mai cogliere vittorie individuali.

La mattina del 18 ottobre 2003, poco prima della partenza del Giro di Lombardia, Wegelius venne trovato con l'ematocrito alto e pertanto non potrà prendere parte alla gara. Successivamente l'Unione Ciclistica Internazionale giudicherà naturalmente alti i valori del suo ematocrito, rilasciandogli un certificato che lo attesta. Nel 2005, inoltre, un'inchiesta della Federciclismo britannica rilevò che nel corso dei campionati del mondo su strada disputati a Madrid Charles Wegelius e Tom Southam avevano aiutato il loro capitano di squadra di club piuttosto che Roger Hammond, capitano designato della Nazionale britannica[1]. Per quest'episodio Wegelius viene condannato a ripagare alla Federazione i costi relativi alla sua partecipazione all'evento.

Nel settembre del 2011 annunciò il ritiro dall'attività agonistica. Dopo il ritiro è divenuto direttore sportivo del Team Garmin-Barracuda, sodalizio professionistico presieduto da Jonathan Vaughters e rinominato Cannondale-Garmin nel 2015.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

1ª tappa Giro d'Italia (La Maddalena, cronosquadre)
1ª tappa, 2ª semitappa Settimana Internazionale di Coppi e Bartali (Misano Adriatico, cronosquadre)

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

2003: 51º
2004: 48º
2005: 46º
2006: 58º
2007: ritirato (18ª tappa)
2008: 69º
2009: 105º
2010: 29º
2007: 45º
2009: 59º
2010: ritirato (non partito 11ª tappa)
2005: 60º
2006: ritirato (5ª tappa)

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) British cycling boss stands down in BBC Sports, 13 ottobre 2005.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN307171899