Charles Poliquin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Charles Poliquin (Ottawa, 5 marzo 196125 settembre 2018) è stato un culturista, scrittore e editorialista canadese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Charles Poliquin è nato il 5 marzo 1961 a Ottawa, Ontario, in Canada. Ha ottenuto un Master in Exercise Physiology (fisiologia dell'esercizio).

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Poliquin ha iniziato a lavorare come allenatore specializzato sulla forza mentre frequentava la scuola di specializzazione in Canada. Ha contribuito a rendere popolare il libro German Volume Training.[1] Iniziò ad interessarsi all'allenamento della forza, ispirato dal film L'eroe della strada, del 1975 con Charles Bronson.[2]

Alla fine degli anni '90, Poliquin fondò la Poliquin Performance, aprendo il primo Poliquin Performance Center a Phoenix, in Arizona nel 2001, e il Poliquin Strength Institute a East Greenwich, nel Rhode Island nel 2009.[3] Durante questo periodo ha certificato gli allenatori tramite il Poliquin International Certification Program (PICP), che include un metodo di profilatura dell'ormone corporeo, da lui stesso inventato, chiamato BioSignature Modulation. A settembre 2013 Poliquin si è separato dalla Poliquin Performance (ora ribattezzata Poliquin Group).[4] Successivamente ha fondato un'altra società di fitness chiamata Strength Sensei.[5] Ha allenato numerosi atleti olimpionici e professionisti.

Poliquin ha pubblicato articoli su riviste peer-reviewed di fitness su temi quali scienza, forza e condizionamento.[6] Le sue teorie sull'allenamento furono introdotte nella comunità del bodybuilding nel 1993 attraverso i suoi articoli per la rivista Muscle Media 2000, e dopo il 1998 attraverso le versioni online e stampate di Testosterone Magazine[7] (ora conosciuta come T-Nation). Ha coniato la frase "il mito della disciplina" per suggerire che i risultati del fitness dipendono da quanto sia motivato un'atleta.[8] Come editorialista, ha scritto oltre 600 articoli in numerose pubblicazioni.[9] Inoltre, è autore di otto libri, molti dei quali sono stati tradotti in 12 lingue diverse, tra cui svedese, tedesco, francese, italiano, olandese e giapponese. Il suo primo libro, The Poliquin Principles è un riassunto di base dei suoi metodi di allenamento e ha fornito informazioni sui regimi di allenamento ad alcuni dei migliori atleti del mondo.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

È morto a quanto pare per un attacco di cuore il 25 settembre 2018 all'età di 57 anni. La morte è stata annunciata dalla famiglia tramite i social media.[2]

Lista di allenatori[modifica | modifica wikitesto]

  • David Boston, NFL Pro Bowl wide receiver
  • Al MacInnis, Retired NHL defenseman, Norris Trophy winner
  • Joe Nieuwendyk, Florida Panthers, Conn Smythe Trophy winner, Stanley Cup winner
  • Chris Pronger, Anaheim Ducks, Stanley Cup winner; winner of Norris and Hart Trophies
  • Canadian short-track speed-skating team
  • Dwight Phillips, Olympic Gold Medalist long jumper
  • Nanceen Perry, World Record Holder 4 x 200 metre
  • Michelle Freeman, former number 1 ranked hurdler in the World.
  • Chris Thorpe, Olympic Silver & Bronze Medalist, Double's Luge
  • Adam Nelson, World Champion & 2x Olympic Silver Medalist, Shot Put
  • Ben Pakulski, Top Canadian Bodybuilder and Trainer
  • Gary Roberts, NHL player—Roberts credits Poliquin with helping him make a successful return to the NHL after 2 of his previous return attempts failed due to physical injury.[10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Copia archiviata, su strengthsensei.com. URL consultato il 28 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 10 gennaio 2017).
  2. ^ a b (EN) Charles Poliquin Has Passed Away At 57 – Fitness Volt Bodybuilding & Fitness News, su fitnessvolt.com. URL consultato il 28 settembre 2018.
  3. ^ poliquingroup.com, http://www.poliquingroup.com/AboutUs/Overview.aspx.
  4. ^ poliquingroup.com, http://www.poliquingroup.com/Blog/tabid/130/EntryId/2159/ANNOUNCEMENT-August-30-2013.aspx.
  5. ^ Copia archiviata, su strengthsensei.com. URL consultato il 28 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 19 ottobre 2018).
  6. ^ criticalbench.com, http://www.criticalbench.com/Charles-Poliquin.htm.
  7. ^ Copia archiviata, su t-nation.com. URL consultato il 28 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  8. ^ Your ultimate body transformation plan : get into the best shape of your life in just 12 weeks ISBN 9780008147914, OCLC 944207044.
  9. ^ Copia archiviata, su charlespoliquin.com. URL consultato il 28 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2012).
  10. ^ Copia archiviata, su ppcchicago.com. URL consultato il 28 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 5 aprile 2012).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • The Poliquin Principles - 1997, 2006
  • The German Body Comp Program - 1997, 2005
  • Manly Weight Loss - 1998
  • Modern Trends in Strength Training - 2000, 2001, 2005
  • Winning the Arms Race - 2000, 2001, 2005
  • Applied Strongman Training for Sport (with co-author Art McDermott) - 2006
  • Ask Coach Poliquin (Volumes I and II) - 2006
  • Arm Size and Strength: The Ultimate Guide - 2015

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]