Charles Holmes (Royal Navy)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Charles Holmes
Rear-Admiral Charles Holmes (1711-1761), by British School of the 18th century.jpg
Sir Charles Holmes, in un ritratto d'epoca.
19 settembre 1711 – 21 novembre 1761
Nato aYarmouth, Isola di Wight
Morto aGiamaica
Dati militari
Paese servitoFlag of Great Britain (1707-1800).svg Regno di Gran Bretagna
Forza armataRoyal Navy
Anni di servizio1727 - 1761
GradoContrammiraglio
GuerreGuerra dei Sette anni
BattaglieBattaglia delle Piane di Abraham
Comandante diHMS Lenox
HMS Grafton
HMS Lowestoffe
voci di militari presenti su Wikipedia

Il contrammiraglio Charles Holmes (Yarmouth, 19 settembre 1711Giamaica, 21 novembre 1761) è stato un ammiraglio e politico inglese.

Egli fu anche terzo in comando nella presa di Québec ad opera di James Wolfe nel 1759. Egli è noto anche per aver preso parte come capo dello squadrone che risalì il fiume Ems nel 1758 e catturò Emden. Egli fu inoltre membro del parlamento britannico per Newport e membro della corte marziale che condannò l'ammiraglio John Byng nel 1757. Nella vita privata fu anche patrono di Jane Douglas, famosa gestore di bordelli in Londra.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

I primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Holmes era il quarto figlio del colonnello Henry Holmes, governatore dell'Isola di Wight, mentre suo nonno materno era stato l'ammiraglio Sir Robert Holmes, uno dei più noti comandanti navali inglesi durante le Guerre anglo-olandesi. Entrato in marina a 16 anni, Holmes venne promosso tenente nel 1734 e ricevette il suo primo comando nel 1741. Le sue azioni più eclatanti le compirà poi nelle Indie occidentali.

Nel 1747 Holmes ottenne il comando della HMS Lenox, un vascello di terza classe da 70 cannoni, ma la pace venne siglata l'anno successivo ed egli prestò servizio in acque britanniche per i successivi anni.

La Guerra dei Sette anni[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Gran Bretagna nella Guerra dei Sette anni.

Quando scoppiò la Guerra dei Sette anni, Holmes si trovava al comando della HMS Grafton, e venne inviato sotto il comando dell'ammiraglio Francis Holburne a supportare le forze dell'ammiraglio Edward Boscawen nell'Atlantico, assistendo all'intercettazione di uno squadrone francese in Nord America ed alla cattura delle navi francesi Alcide e Lys nell'aprile del 1755.

Nel 1758 Holmes venne inviato col grado di commodoro di un piccolo squadrone (2 fregate, una bombarda ed un cutter) presso il fiume Ems dove, malgrado una delle fregate fosse costretta a tornare a casa, ebbe successo nel catturare Emden ai francesi. Poco dopo quest'azione venne promosso contrammiraglio, e nell'anno successivo venne nominato terzo in comando sotto l'ammiraglio Charles Saunders nella spedizione navale del fiume St Lawrence per assediare Québec, a bordo della nave ammiraglia HMS Lowestoffe. Egli riuscì ad intercettare uno squadrone francese con uomini e pezzi d'artiglieria a bordo, e fu successivamente in grado di portare Wolfe e le sue truppe a sbarcare dietro la città, sani e salvi ed in assoluto silenzio, permettendo così lo svolgimento della Battaglia delle Piane di Abraham a favore degli inglesi.

Nel marzo del 1760, Holmes venne nominato comandante in capo della Giamaica, e li morì l'anno successivo. Di lui vi è un memoriale nell'Abbazia di Westminster.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Oliver Warner, With Wolfe to Quebec (Toronto: William Collins, 1972)
  • Basil Williams, The Whig Supremacy 1714-1760 (Oxford: Oxford University Press, 1962)
Predecessore Deputato al parlamento di Gran Bretagna per Newport Successore Flag of Great Britain (1707-1800).svg
Thomas Lee Dummer
Ralph Jenison
1758-1761
con Thomas Lee Dummer
Thomas Lee Dummer
William Rawlinson Earle
Controllo di autoritàVIAF: (EN67907974