Charles-Gaspard-Guillaume de Vintimille du Luc

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Charles Gaspard Guillaume de Vintimille du Luc
arcivescovo della Chiesa cattolica
Charles Gaspard Guillaume de Vintimille du Luc, Archbishop of Paris.jpg
Mons. de Vintimille in un ritratto di Hyacinthe Rigaud del 1731
Blason fam fr Vintimille du Luc (de).svg
Incarichi ricoperti
Nato 15 novembre 1655, Le Luc
Ordinato presbitero in data sconosciuta
Nominato vescovo 21 gennaio 1692 da papa Innocenzo XII
Consacrato vescovo 25 marzo 1692 dal vescovo Louis de Thomassin
Elevato arcivescovo 14 maggio 1708 da papa Clemente XI
Deceduto 13 marzo 1746, Parigi

Charles Gaspard Guillaume de Vintimille du Luc (Le Luc, 15 novembre 1655Parigi, 13 marzo 1746) è stato un arcivescovo cattolico francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Charles Gaspard Guillaume de Vintimille du Luc era figlio secondogenito di François de Vintimille, signore di Luc, maresciallo di campo delle armate del re e primo console di Aix-en-Provence e Marsiglia, e della nobildonna Anne de Forbin.

Dopo l'ordinazione sacerdotale, il 31 maggio 1684 venne nominato vescovo di Marsiglia ma venne ufficialmente consacrato solo il 25 marzo 1692. Il 10 febbraio 1708 venne nominato arcivescovo di Aix-en-Provence e fu durante il suo episcopato che scoppiò la virulenta pestilenza che devastò la città e tutta l'arcidiocesi. Il 10 maggio 1729 venne promosso alla sede arcivescovile di Parigi.

Per la sua fama di uomo di chiesa, ottenne il 3 giugno 1724 la croce di Commendatore dell'Ordine dello Spirito Santo da re Luigi XV di Francia e nel 1731 si fece realizzare un ritratto dal celebre pittore di corte Hyacinthe Rigaud dietro pagamento della considerevole somma di 3000 lire francesi. La tela (di dimensioni 1,57 m × 1,34 m), è conservata oggi presso la galleria d'arte dell'Università di Rochester.

Morì a Parigi il 13 marzo 1746 e la sua salma venne esposta e sepolta nella cattedrale di Notre-Dame.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore dell'Ordine dello Spirito Santo - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine dello Spirito Santo

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • J. Roman, Le Livre de raison du peintre Hyacinthe Rigaud, Parigi, 1919.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN71446581 · ISNI (EN0000 0001 2138 7767 · LCCN (ENnr2005009984 · GND (DE132552736 · BNF (FRcb122485765 (data) · BAV ADV11295210