Chang'e 5

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chang'e 5
Dati della missione
OperatoreAgenzia Spaziale Cinese
DestinazioneLuna
VettoreChang Zheng 5
Lanciodicembre 2019
Luogo lanciocentro spaziale di Wenchang
Sito atterraggioMons Rumker, nell'Oceanus Procellarum
Proprietà veicolo spaziale
Peso al lancio3 780 kg
CostruttoreCAST
Programma cinese di esplorazione della Luna
Missione precedenteMissione successiva
Chang'e 4 Chang'e 6

Chang'e 5 (cinese: 嫦娥五号; pinyin: Cháng'é wǔhào) è una missione cinese di esplorazione lunare robotica, che consiste in un lander e un veicolo per riportare sulla Terra campioni lunari. Attualmente è in sviluppo e il lancio è in programma per dicembre 2019, dopo essere stato posticipato a causa del fallimento del vettore Lunga Marcia 5 nel 2017.[1] Chang'e 5 sarà la prima missione cinese di ritorno campioni, e mira a riportare sulla Terra almeno 2 chilogrammi di suolo lunare e rocce.[2] Come i suoi predecessori, la sonda prende il nome dalla dea cinese della Luna, Chang'e. Questa sarà la prima missione di ritorno di campioni lunari da Luna 24 nel 1976.

Panoramica[modifica | modifica wikitesto]

Il programma cinese di esplorazione della Luna è progettato per essere condotto in tre fasi di avanzamento tecnologico: la prima è semplicemente il raggiungimento dell'orbita lunare, riuscito da Chang'e 1 nel 2007 e da Chang'e 2 nel 2010. La seconda è l'atterraggio di un rover sulla Luna, come fecero Chang'e 3 nel 2013 e Chang'e 4 nel 2019 (lanciata a dicembre 2018 e atterrata sul lato nascosto della Luna a gennaio 2019). La terza fase è invece la raccolta di campioni lunari dal lato visibile e il ritorno sulla Terra, un compito per le future missioni Chang'e 5 e Chang'e 6. Il programma mira a semplificare l'atterraggio umano sulla Luna negli anni 2030 ed eventualmente la costruzione di un avamposto vicino al polo sud.[3]

Profilo della missione[modifica | modifica wikitesto]

La sonda sarebbe dovuta essere lanciata dal razzo Lunga Marcia 5 al Centro spaziale di Wenchang in Hainan, ma il fallimento di questo veicolo nel 2017 ha generato dubbi circa la sua capacità di portare Chang'e 5.[1] La sonda sarà quindi lanciata dal razzo Chang Zheng 5, diretta verso la regione nord-occidentale della Luna; la regione specifica identificata per la raccolta dei campioni è Mons Rümker nell'Oceanus Procellarum.[2][4]

Si riporta che la missione consiste di quattro moduli: il lander raccoglierà circa 2 kg di campioni due metri sotto la superficie[4] e li metterà nel veicolo di ascesa che sarà lanciata in orbita lunare. Questo veicolo effettuerà un rendezvous automatico e si aggancerà a un orbiter che trasferirà i campioni in un'apposita capsula per il ritorno sulla Terra.[2][5]

Si stima che la massa al lancio sarà di 3 780 kg, quella del lander sarà 1200 kg e quella del veicolo di ascesa circa 120 kg. [2][6]

Chang'e 5-T1[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Chang'e 5-T1.

Chang'e 5-T1 è una missione lunare sperimentale lanciata il 23 ottobre 2014 per effettuare prove di rientro atmosferico per la capsula pianificata per essere utilizzata in Chang'e 5.[7][8] Il suo modulo di servizio, chiamato DFH-3A, rimase in orbita terrestre prima di venir ricollocato, tramite il punto Terra-Luna L2, in orbita lunare il 13 gennaio 2015, dove sta consumando i suoi restanti 800 kg di carburante per collaudare manovre cruciali per le missioni lunari future.[9]

Payload del lander[modifica | modifica wikitesto]

Il lander porterà telecamere di atterraggio, una telecamera panoramica, uno spettrometro minerale, uno strumento per analizzare il gas del suolo, uno per analizzare la composizione del suolo, un termo-detector, e un georadar.[2][5] Per l'acquisizione dei campioni, sarà attrezzato con un braccio robotico, un trapano, una paletta, e dei tubi per isolare i singoli campioni.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Long March 5 failure to postpone China’s lunar exploration program, su spacenews.com.
  2. ^ a b c d e Future Chinese Lunar Missions. David R. Williams, NASA Goddard Space Flight Center.
  3. ^ China lays out its ambitions to colonize the moon and build a "lunar palace". Echo Huang, Quartz. 26 aprile 2018.
  4. ^ a b (EN) China confirms landing site for Chang'e-5 Moon sample return, su gbtimes.com.
  5. ^ a b c (EN) Chang’e 5 Test Mission, su spaceflight101.com.
  6. ^ China well prepared to launch Chang e-5 lunar probe in 2017: top scientist. China Academy of Space Technology (CAST). 25 ottobre 2016.
  7. ^ (EN) Chinese Long March Rocket successfully launches Lunar Return Demonstrator, su spaceflight101.com.
  8. ^ China launches test return orbiter for lunar mission, su news.xinhuanet.com.
  9. ^ Chang'e 5 Test Mission Updates, su spaceflight101.com.
Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica