Chang'e 5

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chang'e 5
Dati della missione
OperatoreAgenzia Spaziale Cinese
DestinazioneLuna
VettoreChang Zheng 5
Lancio2020
Luogo lanciocentro spaziale di Wenchang
Sito atterraggioMons Rumker, nell'Oceanus Procellarum
Proprietà veicolo spaziale
Peso al lancio3 780 kg
CostruttoreCAST
Programma cinese di esplorazione della Luna
Missione precedenteMissione successiva
Chang'e 4 Chang'e 6

Chang'e 5 (cinese: 嫦娥五号; pinyin: Cháng'é wǔhào) è una missione cinese di esplorazione lunare robotica, che consiste in un lander e un veicolo per riportare sulla Terra campioni lunari. Attualmente è in sviluppo e il lancio è in programma per il 2020, dopo essere stato posticipato a causa del fallimento del vettore Lunga Marcia 5 nel 2017.[1] Chang'e 5 sarà la prima missione cinese di ritorno campioni, e mira a riportare sulla Terra almeno 2 chilogrammi di suolo lunare e rocce.[2] Come i suoi predecessori, la sonda prende il nome dalla dea cinese della Luna, Chang'e. Questa sarà la prima missione di ritorno di campioni lunari da Luna 24 nel 1976.

Panoramica[modifica | modifica wikitesto]

Il programma cinese di esplorazione della Luna è progettato per essere condotto in tre fasi di avanzamento tecnologico: la prima è semplicemente il raggiungimento dell'orbita lunare, riuscito da Chang'e 1 nel 2007 e da Chang'e 2 nel 2010. La seconda è l'atterraggio di un rover sulla Luna, come fecero Chang'e 3 nel 2013 e Chang'e 4 nel 2019 (lanciata a dicembre 2018 e atterrata sul lato nascosto della Luna a gennaio 2019). La terza fase è invece la raccolta di campioni lunari dal lato visibile e il ritorno sulla Terra, un compito per le future missioni Chang'e 5 e Chang'e 6. Il programma mira a semplificare l'atterraggio umano sulla Luna negli anni 2030 ed eventualmente la costruzione di un avamposto vicino al polo sud.[3]

Profilo della missione[modifica | modifica wikitesto]

La sonda sarebbe dovuta essere lanciata dal razzo Lunga Marcia 5 al Centro spaziale di Wenchang in Hainan, ma il fallimento di questo veicolo nel 2017 ha generato dubbi circa la sua capacità di portare Chang'e 5.[1] La sonda sarà quindi lanciata dal razzo Chang Zheng 5, diretta verso la regione nord-occidentale della Luna; la regione specifica identificata per la raccolta dei campioni è Mons Rümker nell'Oceanus Procellarum.[2][4]

Si riporta che la missione consiste di quattro moduli: il lander raccoglierà circa 2 kg di campioni due metri sotto la superficie[4] e li metterà nel veicolo di ascesa che sarà lanciata in orbita lunare. Questo veicolo effettuerà un rendezvous automatico e si aggancerà a un orbiter che trasferirà i campioni in un'apposita capsula per il ritorno sulla Terra.[2][5]

Si stima che la massa al lancio sarà di 3 780 kg, quella del lander sarà 1200 kg e quella del veicolo di ascesa circa 120 kg. [2][6]

Chang'e 5-T1[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Chang'e 5-T1.

Chang'e 5-T1 è una missione lunare sperimentale lanciata il 23 ottobre 2014 per effettuare prove di rientro atmosferico per la capsula pianificata per essere utilizzata in Chang'e 5.[7][8] Il suo modulo di servizio, chiamato DFH-3A, rimase in orbita terrestre prima di venir ricollocato, tramite il punto Terra-Luna L2, in orbita lunare il 13 gennaio 2015, dove sta consumando i suoi restanti 800 kg di carburante per collaudare manovre cruciali per le missioni lunari future.[9]

Payload del lander[modifica | modifica wikitesto]

Il lander porterà telecamere di atterraggio, una telecamera panoramica, uno spettrometro minerale, uno strumento per analizzare il gas del suolo, uno per analizzare la composizione del suolo, un termo-detector, e un georadar.[2][5] Per l'acquisizione dei campioni, sarà attrezzato con un braccio robotico, un trapano, una paletta, e dei tubi per isolare i singoli campioni.[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Long March 5 failure to postpone China’s lunar exploration program, su spacenews.com.
  2. ^ a b c d e Future Chinese Lunar Missions. David R. Williams, NASA Goddard Space Flight Center.
  3. ^ China lays out its ambitions to colonize the moon and build a "lunar palace". Echo Huang, Quartz. 26 aprile 2018.
  4. ^ a b (EN) China confirms landing site for Chang'e-5 Moon sample return, su gbtimes.com.
  5. ^ a b c (EN) Chang’e 5 Test Mission, su spaceflight101.com.
  6. ^ China well prepared to launch Chang e-5 lunar probe in 2017: top scientist. China Academy of Space Technology (CAST). 25 ottobre 2016.
  7. ^ (EN) Chinese Long March Rocket successfully launches Lunar Return Demonstrator, su spaceflight101.com.
  8. ^ China launches test return orbiter for lunar mission, su news.xinhuanet.com.
  9. ^ Chang'e 5 Test Mission Updates, su spaceflight101.com.
Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica