Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Chang'e 4

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chang'e 4
Immagine del veicolo
Chang'e 4.png
Dati della missione
OperatoreCNSA
NSSDC ID2018-103A
SCN43845
DestinazioneLuna
VettoreLunga Marcia 3B
Lancio7 Dicembre 2018
Luogo lancioCentro spaziale di Xichang
Allunaggio3 gennaio 2019, 2:26 UTC
Durata12 mesi (prevista)
Rover lunareYutu 2
Proprietà veicolo spaziale
CostruttoreCAST
Parametri orbitali
OrbitaOrbita halo
Programma cinese di esplorazione della Luna
Missione precedenteMissione successiva
Chang'e 3 Chang'e 5

Chang'e 4 (嫦娥四号) è una missione del programma cinese di esplorazione della Luna pianificata per il 2018 e lanciata con successo il 7 dicembre.[1] La missione prevede un orbiter, un lander e un rover per l'esplorazione del lato nascosto della Luna[2].

Orbiter[modifica | modifica wikitesto]

Il lander da solo non sarebbe in grado di comunicare con la Terra, in quanto dal lato nascosto della Luna la Terra non sarebbe mai visibile. Per ovviare a questo problema, il 20 maggio 2018 è stato lanciato Queqiao, il satellite per le comunicazioni, che orbita attorno al punto lagrangiano L2 e serve da ponte radio per le comunicazioni[3].

Lander[modifica | modifica wikitesto]

L'atterraggio del lander è avvenuto il 3 gennaio 2019[4] nei pressi del cratere Von Kármán[5] e analizzerà il suolo e il sottosuolo nel corso della sua missione.

Rover[modifica | modifica wikitesto]

Il rover della missione, battezzato Yutu 2 (Coniglio Yu a rappresentare l'immagine buona, pura e agile del coniglio di giada)[6] ha iniziato il 3 gennaio le operazioni sulla superficie lunare[7].

Esperimento biosfera[modifica | modifica wikitesto]

Una collaborazione di 28 tra istituti di ricerca ed università cinesi ha inviato un cilindro in lega di alluminio, di circa 3 kg, una mini-biosfera supportata da sostanze nutritive e acqua. La luce solare filtrerà nel contenitore attraverso un "tubo" e piccole telecamere monitoreranno il micro ambiente. All'interno sarebbero contenute alcune uova di bachi da seta, semi di patata ed una pianta di tipo arabidopsis; essendo il loro ciclo di vita relativamente breve sarebbe agevole da monitorare. Sarebbe il primo esperimento di tipo biologico effettuato sulla Luna.[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cina in partenza per il “lato oscuro” della Luna, su media.inaf.it, 8 dicembre 2018.
  2. ^ (EN) China Prepares for Breakthrough Chang'e 4 Moon Landing in 2018, su sputniknews.com. URL consultato il 9 gennaio 2018.
  3. ^ (EN) How China's lunar relay satellite arrived in its final orbit, su www.planetary.org. URL consultato il 17 ottobre 2018.
  4. ^ La sonda cinese Chang'e 4 è atterrata sul lato oscuro della Luna. URL consultato il 3 gennaio 2019.
  5. ^ China's Sending a Probe to the Moon's Far Side. Here's Where It Will Land, in Space.com. URL consultato il 31 ottobre 2018.
  6. ^ (ZH) Svelato il nome del rover lunare n ° 4 : "Yu Rabbit No. 2", su http://world.huanqiu.com/, 3 gennaio 2019.
  7. ^ Dave Mosher, Shayanne Gal, This map shows exactly where China landed its Chang'e-4 spacecraft on the far side of the moon. URL consultato il 4 gennaio 2019.
  8. ^ (EN) China Focus: fiori sulla luna? La Cina Chang'e-4 lancia la primavera lunare, su xinhuanet.com, 4 dicembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) China National Space Administration, Chinese Lunar Exploration Program (PDF), United Nations Office for Outer Space Affairs, giugno 2014. URL consultato il 6 novembre 2014.