Chameleon in the Shadow of the Night

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chameleon in the Shadow of the Night
Artista Peter Hammill
Tipo album Studio
Pubblicazione maggio 1973
pubblicato nel Regno Unito
Durata 67 min. : 35 sec. (CD del 2006)
Dischi 1 / 1
Tracce 9 / 11
Genere Rock progressivo
Art rock
Etichetta Charisma Records (CAS 1067)
Produttore John Anthony
Registrazione Sussex al Sofa Sounde Monmouthshire al Rockfield Studios, febbraio e marzo 1973
Formati LP / CD
Peter Hammill - cronologia
Album precedente
(1971)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Allmusic 3/5 stelle[1]
Progarchives 4/5 stelle[2]
Sputnikmusic 4.1 (Excellent)[3]
Piero Scaruffi 7/10 stelle[4]
Ondarock 8/10 stelle (Disco consigliato)[5]
Dizionario del Pop-Rock 3/5 stelle[6]
24.000 dischi 5/5 stelle[7]

Chameleon in the Shadow of the Night è il secondo album solista del cantante britannico Peter Hammill, pubblicato dall'etichetta discografica Charisma Records nel maggio del 1973[8].

Questo album seguì allo scioglimento della sua band, i Van der Graaf Generator. Infatti, in tutti i brani le parti strumentali sono suonate dal gruppo[9].

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Lato A

Testi e musiche di Peter Hammill.

  1. German Overalls
  2. Slender Threads
  3. Rock and Role
  4. In the End
Lato B

Testi e musiche di Peter Hammill.

  1. What's It Worth
  2. Easy to Slip Away
  3. Dropping the Torch
  4. (In The) Black Room
  5. The Tower

[10]

Edizione CD del 2006, pubblicato dalla Charisma Records (CASCDR 1067)

Testi e musiche di Peter Hammill.

  1. German Overalls – 7:05
  2. Slender Threads – 5:00
  3. Rock and Role – 6:41
  4. In the End – 7:23
  5. What's It Worth – 3:58
  6. Easy to Slip Away – 5:19
  7. Dropping the Torch – 4:12
  8. (In The) Black Room/The Tower – 11:02
  9. Rain 3am – 4:45 – Bonus Track
  10. Easy to Slip Away – 4:47 – Bonus Track - Registrato live al The All Souls Unitarian Church di Kansas City (USA) il 16 febbraio 1978
  11. In The End – 7:23 – Bonus Track - Registrato live al The All Souls Unitarian Church di Kansas City (USA) il 16 febbraio 1978

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Note aggiuntive

  • John Anthony - produttore, conduttore musicale
  • Registrato nel febbraio e marzo del 1973 al Sofa Sound, Sussex (Inghilterra) ed al Rockfield Studios di Monmouthshire, Galles (Regno Unito)
  • Rodney Sofa - ingegnere delle registrazioni (Sofa Sound), factotum
  • Ralph Newport Down e Pat Moran - ingegneri delle registrazioni (Rockfield Studios)
  • Mixato al Trident Studios di Londra (Inghilterra)
  • David Hentschel - ingegnere del mixaggio
  • Paul Whitehead - copertina album
  • O.D. Troeller e Bettina Hohls - fotografie[11]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Greg Prato, Chameleon in the Shadow of the Night, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 21 agosto 2017.
  2. ^ [1]
  3. ^ [2]
  4. ^ [3]
  5. ^ [4]
  6. ^ da Dizionario del Pop-Rock di Enzo Gentile & Alberto Tonti, Ed. Baldini & Castoldi, pagina 446
  7. ^ da 24.000 dischi di Riccardo Bertoncelli e Chris Thellung, Zelig Editore, pagina 408
  8. ^ [5]
  9. ^ in the Shadow of the Night&item_type=topic
  10. ^ La durata dei singoli brani non è riportata nell'album originale
  11. ^ Note di copertina di Chameleon in the Shadow of the Night, Peter Hammill, Charisma Records CAS 1067, 1973.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo