Chainat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chainat
città minore
ชัยนาท
Chainat – Veduta
Parco degli uccelli a Chainat
Localizzazione
StatoThailandia Thailandia
RegioneThailandia Centrale
ProvinciaChainat
DistrettoMueang Chainat
Territorio
Coordinate15°11′14″N 100°07′42″E / 15.187222°N 100.128333°E15.187222; 100.128333 (Chainat)Coordinate: 15°11′14″N 100°07′42″E / 15.187222°N 100.128333°E15.187222; 100.128333 (Chainat)
Superficie6,061 km²
Abitanti12 105[1] (2018)
Densità1 997,2 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale17000
Fuso orarioUTC+7
Cartografia
Mappa di localizzazione: Tailandia
Chainat
Chainat
Sito istituzionale

Chainat (in thailandese ชัยนาท, trascritto anche Chai Nat)[2] è una città minore (città minore) della Thailandia di 12 105 abitanti (2018).[1] Il territorio comunale occupa una parte del distretto di Mueang Chainat, che è capoluogo della Provincia di Chainat, nel gruppo regionale della Thailandia Centrale. In città hanno sede il governo provinciale e distrettuale.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Chainat è bagnata dal fiume Chao Phraya e si trova nella parte centro-settentrionale della pianeggiante Thailandia Centrale. Nei dintorni settentrionali della città, il Chao Phraya si sdoppia e forma con l'effluente Tha Chin una lunga valle che si estende a sud fino al mare. A circa 30 km a ovest della città inizia la zona collinare, contrafforte dei monti del Tenasserim che segnano il confine con la Birmania. La capitale Bangkok si trova circa 200 km di strada a sud di Chainat.[3]

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Il clima di Chainat è tipico di una zona tropicale. Secondo la classificazione dei climi di Köppen è del tipo Aw (climi tropicali piovosi con stagione secca nel trimestre freddo). La temperatura media annua è di 28,1 °C con i mesi più caldi tra febbraio e maggio e i più freddi tra novembre e gennaio. La stagione delle piogge dura da maggio e ottobre e la media annuale delle precipitazioni è di 1187 mm; il mese più piovoso è settembre con quasi 280 mm di media e i meno piovosi sono dicembre e gennaio, con precipitazioni vicine allo zero.[4]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La zona in cui sorge la città è abitata da tempi remoti, come testimoniano vari reperti archeologici rinvenuti e il Wat Mahathat, che risale al periodo Dvaravati.[5] In seguito Chainat fu parte del Regno di Sukhothai e attorno alla metà del XIV secolo l'esercito di re Ramathibodi I, fondatore del Regno di Ayutthaya, invase per la prima volta i territori di Sukhothai e si impadronì di Chainat. Il re di Sukhothai negoziò la pace, Ramathibodi accettò le proposte e la città fu restituita.[6] Fu l'inizio del declino di Sukhothai, che nei decenni successivi sarebbe diventato vassallo di Ayutthaya.

In questa zona le truppe di Ayutthaya respinsero diverse volte gli invasori birmani e per questo la città prese il nome Chainat, che significa luogo di vittoria.[5] Nel periodo di Ayutthaya, la piatta valle tra il Chao Phraya e il Tha Chin che si sviluppa da Chainat verso sud fu l'unica coltivata a riso nell'intero Siam, a quel tempo ricoperto da fitte foreste. Queste condizioni si protrassero fino alla prima metà dell'Ottocento.[7]

In origine la città si trovava nella zona dell'odierna Sankhaburi, alcuni chilometri più a sud, e la sua popolazione si spostò nel sito odierno durante il regno di Rama IV.[5] Nel febbraio 1957 fu inaugurata pochi chilometri a nord-est di Chainat la diga sul Chao Phraya.[8]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

  • Wat Phra Boromathat Worawihan (in thai: วัด พระบรม ธาตุ วรวิหาร) - tempio buddhista nei pressi della diga sul Chao Phraya, con un chedi del XV secolo in stile Srivijaya.
  • Wat Thammamun Worawihan (วัด ธร ร มูล วิหา วิหารวิหาร) - tempio buddhista del periodo di Ayutthaya ai piedi della collina Thammamun, circa 8 km fuori città.

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

  • Museo nazionale Chainat Muni (พิพิธภัณฑสถาน แห่ง ชาติ ชัยนาท มุนี) - nei pressi di Wat Boromathat, con antiche statue di Buddha.

Aree naturali[modifica | modifica wikitesto]

  • Parco ornitologico di Chainat (in thai: สวน นก ชัยนาท) - vasto parco a quattro km dalla città.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

I dintorni della città sono in una zona rurale in cui la principale coltura è quella del riso. L'irrigazione è garantita dai fiumi vicini e dalla diga sul Chao Phraya, che ha causato dei danni nel 2006.[9] Tra i prodotti dell'artigianato vi sono quelli tessili, ceramiche e cesti in vimini.[5]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

La società calcistica più importante è il Chainat Hornbill Football Club, fondata nel 2009, che ha disputato vari campionati in Thai Premier League (il massimo livello del calcio thai) e ha vinto la Thai FA Cup del 2016.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (TH) รายงานสถิติจำนวนประชากรและบ้าน ประจำปี พ.ศ.2561 - จังหวัดชัยนาท, su stat.bora.dopa.go.th, Ufficio statistiche del Dipartimento dell'Amministrazione pubblica thailandese, 2018.
  2. ^ Chainat - Pronuncia in Thailandese, it.forvo.com
  3. ^ (ITENTH) Da Bangkok, Thailandia, a Chainat, Google Maps. URL consultato il 20 giugno 2019.
  4. ^ (EN) Clima: Chai Nat, su climate-data.org. URL consultato il 20 giugno 2019.
  5. ^ a b c d (EN) Destination - About Chainat, Tourism Authority of Thailand. URL consultato il 20 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 22 aprile 2019).
  6. ^ (EN) pp 62-69 Wood, William A.R., History of Siam, Simon Publications, Incorporated, 2001, ISBN 1931541108.
  7. ^ (EN) Chris Baker, Pasuk Phongpaichit, A History of Thailand, Cambridge University Press, 2014, pp. 80-81, ISBN 1107420210.
  8. ^ (EN) Chao Phraya Dam, Bangkok Post. URL consultato il 20 giugno 2019.
  9. ^ (EN) Flood update: Overall picture - Irrigation Department released water from dams to prepare for Changsan's landing, su thainews.prd.go.th, 1º ottobre 2006. URL consultato il 20 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 20 luglio 2012).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Thailandia Portale Thailandia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Thailandia