Chad Mendes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chad Mendes
Chad Mendes.jpeg
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 168 cm
Peso 65,8 kg
Arti marziali miste MMA pictogram.svg
Specialità Lotta libera, Pugilato
Squadra Stati Uniti Team Alpha Male
Carriera
Soprannome Money
Combatte da Stati Uniti Sacramento, Stati Uniti
Vittorie 17
per knockout 7
per sottomissione 2
Sconfitte 4
 

Chad Edward Mendes (Hanford, 1º maggio 1985) è un lottatore di arti marziali miste statunitense.

Combatte nella categoria dei pesi piuma per l'organizzazione UFC, nella quale è stato un contendente al titolo nel 2012 e nel 2014 venendo sconfitto entrambe le volte dal campione José Aldo.

Carriera nelle arti marziali miste[modifica | modifica wikitesto]

Lotta collegiale[modifica | modifica wikitesto]

Mendes ha un ottimo passato nella lotta libera a livello scolastico: con la California Polytechnic State University mise a segno un record NCAA di 64-14 e in età senior la serie fu di 30-1, classificandosi come il lottatore numero 1 degli Stati Uniti. È stato un all-american nel 2005 e nel 2008.

World Extreme Cagefighting[modifica | modifica wikitesto]

Dopo che Mendes entra nella squadra Team Alpha Male dove si può allenare con atleti del calibro di Urijah Faber e Joseph Benavidez combatte per l'organizzazione Palace Fighting Championship, dove inanella ben cinque vittorie consecutive.

Nel 2010 avviene il passaggio alla WEC, dove vince altri quattro incontri consecutivi.

Ultimate Fighting Championship[modifica | modifica wikitesto]

L'esordio in UFC avviene il 5 febbraio 2011 contro Michihiro Omigawa: Mendes ottiene una vittoria per decisione, come anche nell'incontro successivo contro Rani Yahya.

Già al suo terzo incontro UFC Mendes ottiene la possibilità di sfidare il campione in carica José Aldo a UFC 142. L'incontro si disputa a Rio de Janeiro, in Brasile, terra natale di Aldo, il quale infligge la prima sconfitta in carriera allo statunitense con una potente ginocchiata seguita da una serie di pugni quando mancava un solo secondo alla fine del primo round[1].

Mendes torna alla vittoria nel luglio 2012 con un veloce KO contro Cody McKenzie. Lo stesso anno avrebbe dovuto affrontare Hacran Dias in Australia, ma a causa di un infortunio toccato al brasiliano Mendes affrontò e sconfisse l'esordiente Yaotzin Meza ancora una volta con un KO nel primo round.

Nel 2013 Mendes avrebbe dovuto affrontare Manny Gamburyan, ma quest'ultimo diede forfait a causa di un infortunio e più tardi Mendes venne inserito in un nuovo evento contro Clay Guida, il quale a sua volta s'infortunò e venne sostituito con Darren Elkins: Mendes s'impose ancora con un KO tecnico in poco più di un minuto. Lo stesso anno affronta finalmente Clay Guida, al tempo contendente numero 9 nei ranking ufficiali UFC della divisione, vincendo per la quarta volta consecutiva per KO e infliggendo all'ex campione Strikeforce la prima sconfitta per knock out in carriera. In dicembre affronta il contendente numero 8 Nik Lentz vincendo ai punti.

A quel punto a Mendes venne data una nuova possibilità di sfidare il campione in carica José Aldo, ma ad un mese dall'incontro il campione brasiliano s'infortunò e l'intero evento UFC 176 venne cancellato, imponendo il posticipo del match titolato ad ottobre con l'evento UFC 179: Aldo vs. Mendes II: il rematch fu più equilibrato e terminò ai cartellini, ma il miglior striking del campione in carica portò tutti i giudici ad assegnare un punteggio di 49-46 a José Aldo.

In aprile affrontò e sconfisse Ricardo Lamas a pochi minuti dall'inizio dell'incontro. Mendes portò a segno un potente diretto destro sul volto di Lamas che capitolò al suolo, nonostante ciò riuscì a rialzarsi ma, ancora stordito, cadde nuovamente al suolo permettendo a Mendes di chiudere l'incontro con un poderoso ground and pound. Con questa vittoria si aggiudicò il premio Performance of the Night.

A luglio venne scelto come sostituto del campione dei pesi piuma UFC José Aldo, che subì un infortunio alle costole, per affrontare l'irlandese Conor McGregor in un match valido per il titolo ad interim. Dopo un primo round equilibrato, Mendes riuscì ad effettuare numerosi takedown nella seconda ripresa e da una posizione dominante al suolo andò a segno con violente gomitate sul volto dell'irlandese; a pochi secondi dalla fine del round McGregor riuscì a rialzarsi e con una combinazione di pugni pose fine all'incontro per KO tecnico.

A dicembre dovette invece affrontare Frankie Edgar all'evento finale del reality show The Ultimate Fighter 22. Dopo soli due minuti dall'inizio dell'incontro, Mendes venne colpito in pieno volto da un devastante gancio sinistro che lo portò alla sconfitta per KO.

Il 10 giugno 2016 la UFC annunciò che Mendes aveva fallito un test anti-doping della USADA effettuato fuori dalle competizioni: il 20 luglio seguente l'agenzia rivelò che il lottatore fu trovato positivo alla GHRP-6, uno stimolatore del rilascio di ormone della crescita; Mendes si dichiarò colpevole, dicendo di non essersi accertato prima che la sostanza che aveva assunto fosse proibita, e venne sospeso per due anni, rimanendo ineleggibile per combattere fino al 10 giugno 2018.

Torna a combattere il 14 luglio 2018, battendo per KO tecnico al primo round Myles Jury e vincendo il premio Performance of the Night.

Risultati nelle arti marziali miste[modifica | modifica wikitesto]

Risultato Record Avversario Metodo Evento Data Round Tempo Città Note
Vittoria 18-4 Stati Uniti Myles Jury KO tecnico (pugni) UFC Fight Night: dos Santos vs. Ivanov 14 luglio 2018 1 2:52 Stati Uniti Boise, Stati Uniti Performance of the Night
Sconfitta 17-4 Stati Uniti Frankie Edgar KO (pugni) The Ultimate Fighter: Team McGregor vs. Team Faber Finale 11 dicembre 2015 1 2:28 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Sconfitta 17-3 Irlanda Conor McGregor KO Tecnico (pugni) UFC 189: Mendes vs. McGregor 11 luglio 2015 2 4:57 Stati Uniti Los Angeles, Stati Uniti Per il titolo dei Pesi Piuma UFC ad interim
Vittoria 17-2 Stati Uniti Ricardo Lamas KO Tecnico (pugni) UFC Fight Night: Mendes vs. Lamas 4 aprile 2015 1 2:45 Stati Uniti Fairfax, Stati Uniti Performance of the Night
Sconfitta 16-2 Brasile José Aldo Decisione (unanime) UFC 179: Aldo vs. Mendes II 25 ottobre 2014 5 5:00 Brasile Rio de Janeiro, Brasile Per il titolo dei Pesi Piuma UFC
Vittoria 16-1 Stati Uniti Nik Lentz Decisione (unanime) UFC on Fox: Johnson vs. Benavidez 2 14 dicembre 2013 3 5:00 Stati Uniti Sacramento, Stati Uniti
Vittoria 15-1 Stati Uniti Clay Guida KO Tecnico (pugni) UFC 164: Henderson vs. Pettis 31 agosto 2013 3 0:30 Stati Uniti Milwaukee, Stati Uniti
Vittoria 14-1 Stati Uniti Darren Elkins KO Tecnico (pugni) UFC on Fox: Henderson vs. Melendez 20 aprile 2013 1 1:08 Stati Uniti San Jose, Stati Uniti
Vittoria 13-1 Stati Uniti Yaotzin Meza KO (pugni) UFC on FX: Sotiropoulos vs. Pearson 15 dicembre 2012 1 1:55 Australia Gold Coast, Australia
Vittoria 12-1 Stati Uniti Cody McKenzie KO Tecnico (pugni) UFC 148: Silva vs. Sonnen II 7 luglio 2012 1 0:31 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Sconfitta 11-1 Brasile José Aldo KO Tecnico (ginocchiata e pugni) UFC 142: Aldo vs. Mendes 14 gennaio 2012 1 4:59 Brasile Rio de Janeiro, Brasile Per il titolo dei Pesi Piuma UFC
Vittoria 11–0 Brasile Rani Yahya Decisione (unanime) UFC 133: Evans vs. Ortiz 6 agosto 2011 3 5:00 Stati Uniti Filadelfia, Stati Uniti
Vittoria 10–0 Giappone Michihiro Omigawa Decisione (unanime) UFC 126: Silva vs. Belfort 5 febbraio 2011 3 5:00 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti Debutto in UFC
Vittoria 9–0 Cuba Javier Vazquez Decisione (unanime) WEC 52: Faber vs. Mizugaki 11 novembre 2010 3 5:00 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 8–0 Stati Uniti Cub Swanson Decisione (unanime) WEC 50: Cruz vs. Benavidez 2 18 agosto 2010 3 5:00 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Vittoria 7–0 Stati Uniti Anthony Morrison Sottomissione (ghigliottina) WEC 48: Aldo vs. Faber 24 aprile 2010 1 2:13 Stati Uniti Sacramento, Stati Uniti
Vittoria 6–0 Stati Uniti Erik Koch Decisione (unanime) WEC 47: Bowles vs. Cruz 6 marzo 2010 3 5:00 Stati Uniti Columbus, Stati Uniti Debutto in WEC
Vittoria 5–0 Stati Uniti Mike Joy Decisione (unanime) Tachi Palace Fights 1: Most Wanted 8 ottobre 2009 3 5:00 Stati Uniti Lemoore, Stati Uniti
Vittoria 4–0 Stati Uniti Steven Siler KO (pugni) PFC: Best of Both Worlds 3 16 luglio 2009 1 0:44 Stati Uniti Lemoore, Stati Uniti
Vittoria 3–0 Stati Uniti Art Arciniega Decisione (unanime) PFC: Best of Both Worlds 2 23 aprile 2009 3 3:00 Stati Uniti Lemoore, Stati Uniti
Vittoria 2–0 Stati Uniti Leland Gridley KO Tecnico (pugni) PFC: Best of Both Worlds 6 febbraio 2009 2 1:58 Stati Uniti Lemoore, Stati Uniti
Vittoria 1–0 Stati Uniti Giovanni Encarnacion Sottomissione (rear naked choke) PFC 10: Explosive 26 settembre 2008 1 2:06 Stati Uniti Lemoore, Stati Uniti

Note[modifica | modifica wikitesto]