Certosa di Banda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Certosa di Banda
Certosa di Banda-Campanile.jpg
Il campanile della Certosa
StatoItalia Italia
RegionePiemonte Piemonte
LocalitàVillar Focchiardo
ReligioneChiesa cattolica
Diocesidiocesi di Susa
Stile architettonicoRomanico
Inizio costruzione1205
CompletamentoXIII secolo

La certosa di Banda è un'abbazia certosina di Villar Focchiardo, comune della valle di Susa in Provincia di Torino, ormai inattiva.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Banda nacque come possedimento della certosa di Montebenedetto nel 1205, e rispetto a quest'ultima acquisì progressivamente importanza grazie alla vicinanza con il fondovalle ed alla coltivazione della vite e del castagno. Qui si curavano i monaci della certosa superiore, e si ricevevano le personalità che desideravano salirvi.

Dopo l'alluvione di Montebenedetto nel 1473, l'intera comunità monastica si trasferì a Banda (1498), e quella che prima era una "grangia" acquisì lo status di Certosa.

Nel 1598 i monaci si trasferirono ad Avigliana, ma nel 1630 Carlo Emanuele I fece distruggere il loro convento per costruire dei bastioni difensivi per la città, e furono costretti a tornare a Banda.

Nel 1647 la comunità si trasferì definitivamente presso la certosa reale di Collegno, e Banda iniziò a cadere progressivamente in rovina.

Attualmente il complesso, nel comune di Villar Focchiardo, è in stato di abbandono. La chiesa abbaziale presenta un coro ligneo in cattivo stato di conservazione, e le celle ed il chiostro o sono in rovina o sono stati, nei secoli, incorporati fra le abitazioni della borgata.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Progetto Tesori d'Arte e Cultura alpina, Itinerari di arte religiosa alpina, Valle di Susa, Borgone Susa 2009
  • Progetto Tesori d'Arte e Cultura alpina, Itinerari di Cultura e Natura alpina Valle di Susa, Borgone Susa 2010

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Scheda sul sito della Provincia di Torino [1]
  • Sito del gruppo Cartusia, per la promozione della conoscenza storico architettonica delle Certose e della Correria [2]