Centro diurno per disabili

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Centro diurno disabili è un servizio socio-sanitario, a carattere semiresidenziale, che accoglie, nelle ore diurne, soggetti disabili con un'età compresa tra i 18 e i 65 anni, i quali presentano una compromissione dell'autonomia, tale da impedire il normale svolgimento della vita quotidiana.

Finalità[modifica | modifica wikitesto]

Il Centro lavora per migliorare la qualità della vita della persona disabile e per promuovere e sviluppare le potenzialità residue, nonché favorire la socializzazione con l'ambiente esterno.

Attività del centro[modifica | modifica wikitesto]

Il Centro diurno disabili propone agli utenti varie attività, sulla base di progetti individuali elaborati sui bisogni della singola persona. Le attività che il Servizio eroga sono:

  • Attività socio-sanitarie;
  • attività riabilitative;
  • attività educative.

Personale[modifica | modifica wikitesto]

All'interno del Centro diurno disabili opera un'équipe multidisciplinare, composta da figure professionali quali:

Rapporto con la famiglia dell'utente[modifica | modifica wikitesto]

Il Centro si propone di coinvolgere la famiglia del disabile, attraverso incontri periodici finalizzati ad informare la stessa sul percorso di crescita e di sviluppo del soggetto.

Ammissione al centro[modifica | modifica wikitesto]

Si accede al Servizio mediante richiesta dell'interessato, dei familiari e/o tutori del diversamente abile, previa valutazione dell'Azienda sanitaria locale.

Funzionamento del centro[modifica | modifica wikitesto]

Il Centro deve funzionare per almeno 11 mesi all'anno e 5 giorni alla settimana, con un orario di 4 o 6 ore al giorno (escluso il mese di agosto e i giorni festivi).

Fonti[modifica | modifica wikitesto]