Centro Dino Ferrari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Centro "Dino Ferrari" è un centro medico per la diagnosi e la terapia delle malattie neuromuscolari e neurodegenerative dell'Università di Milano.

Ha sede presso l'IRCCS (Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico) della Fondazione Ca' Granda - Ospedale Maggiore Policlinico di Milano.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il centro è stato fondato da Guglielmo Scarlato nel 1981 e da Enzo Ferrari, in memoria del figlio Dino Ferrari, morto di distrofia muscolare, cui è stato dedicato nel 1984 . È stato fondato presso l'Istituto di clinica neurologica, già internazionalmente noto per l'attività di ricerca e diagnostica nel campo delle malattie muscolari e neurodegenerative.

Sempre nel 1984 Enzo Ferrari fondò anche l'Associazione amici del centro "Dino Ferrari", che ha sostenuto e promosso lo sviluppo delle attività scientifiche del “Centro"[1]. L'attività dell'associazione riguarda la ricerca di sovvenzioni e la promozione di iniziative benefiche, alle quali si sono prestati gratuitamente la madrina dell'associazione Ornella Vanoni, e, tra gli altri, Luciano Pavarotti, Lou Rawls, Julio Iglesias, Lucio Dalla, Mario Lavezzi, Peppino di Capri, Simona Ventura, Fabrizio Frizzi, Teo Teocoli, Massimo Boldi. Nel 1989 Piero Ferrari è divenuto presidente onorario. Presidente dell'associazione è Marialuisa Gavazzeni Trussardi, che ha sostituito Angelo Moratti.

Direttore scientifico del centro è il prof. Nereo Bresolin

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Il centro è specializzato nella cura e nella ricerca scientifica su distrofie muscolari, la malattia di Parkinson, malattia di Alzheimer, sclerosi laterale amiotrofica (SLA), sclerosi multipla. Sono attivati laboratori di Biochimica e Genetica, Neuroimmunologia, Istopatologia, Cellule staminali e di Neurobiologia.

Le attività del centro si svolgono mediante:

  • acquisizione di apparecchiature finalizzate alla diagnostica e alla ricerca
  • formazione post-universitaria di giovani ricercatori e istituzione di borse di studio e un'intensa
  • collaborazione con i più qualificati istituti scientifici europei e mondiali.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chi siamo sul sito del CentroDinoFerrari.com. L'associazione è stata riconosciuta come ente morale con decreto del presidente della Repubblica n.1035 del 21 novembre 1984.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]