Centrali elettronucleari in Giappone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Energia nucleare in Giappone.

Nel settembre 2013 in Giappone sono attive 18 centrali elettronucleari per la produzione di energia elettrica, nelle quali sono operativi 50 reattori nucleari: 24 di tipo PWR e 26 BWR (di cui 4 ABWR).

Sono stati dismessi 9 reattori nucleari: 7 BWR, 1 Magnox ed un HWLWR; un FBR è in fermata a lungo termine.

Risulta in costruzione 2 reattore nucleare di tipo ABWR.

Tutti i dati della tabella sottostante sono aggiornati a febbraio 2013 e tratti dal sito web dell'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica e dalla World Nuclear Association.

Reattori operativi[1]
Centrale Potenza netta
(MW)
Tipologia Inizio costruzione Allacciamento alla rete Produzione commerciale Dismissione
(prevista)
Fukushima Dai-ichi
(Reattore 5)
760 BWR 22 maggio 1972 22 settembre 1977 18 aprile 1978
Fukushima Dai-ichi
(Reattore 6)
1067 BWR 26 ottobre 1973 4 maggio 1979 24 ottobre 1979
Fukushima Dai-ni
(Reattori 1 - 4)
4 × 1067 BWR 16 marzo 1976
25 maggio 1979
23 marzo 1981
28 maggio 1981
31 luglio 1981
23 giugno 1983
14 dicembre 1984
17 dicembre 1986
20 aprile 1982
3 febbraio 1984
21 giugno 1985
25 agosto 1987
Genkai
(Reattori 1 e 2)
2 × 529 PWR 15 settembre 1971
1º febbraio 1977
14 febbraio 1975
3 giugno 1980
15 ottobre 1975
30 marzo 1981
Genkai
(Reattori 3 e 4)
2 × 1127 PWR 1º giugno 1988
15 luglio 1992
15 giugno 1993
12 novembre 1996
18 marzo 1994
25 luglio 1997
Hamaoka (Reattore 3) 1056 BWR 18 aprile 1983 20 gennaio 1987 28 agosto 1987
Hamaoka (Reattore 4) 1092 BWR 13 ottobre 1989 27 gennaio 1993 3 settembre 1993
Hamaoka (Reattore 5) 1212 ABWR 12 luglio 2000 26 aprile 2004 18 gennaio 2005
Higashi dori (Tohoku) (Reattore 1) 1067 ABWR 7 novembre 2000 9 marzo 2005 8 dicembre 2005
Ikata
(Reattori 1 e 2)
2 × 538 PWR 1º settembre 1973
1º agosto 1978
17 febbraio 1977
19 agosto 1981
30 settembre 1977
19 marzo 1982
Ikata (Reattore 3) 846 PWR 1º ottobre 1990 29 marzo 1994 15 dicembre 1994
Kashiwazaki-Kariwa
(Reattori 1 - 5)
5 × 1067 BWR 5 giugno 1980
18 novembre 1985
7 marzo 1989
5 marzo 1990
20 giugno 1985
13 febbraio 1985
8 febbraio 1990
8 dicembre 1992
21 dicembre 1993
12 settembre 1989
18 settembre 1985
28 settembre 1990
11 agosto 1993
11 agosto 1994
10 aprile 1990
Kashiwazaki-Kariwa
(Reattori 6 e 7)
2 × 1315 ABWR 3 novembre 1992
1º luglio 1993
29 gennaio 1996
17 dicembre 1996
7 novembre 1996
2 luglio 1997
Mihama (Reattore 1) 320 PWR 1º febbraio 1967 8 agosto 1970 28 novembre 1970
Mihama (Reattore 2) 320 PWR 29 maggio 1968 21 aprile 1972 25 luglio 1972
Mihama (Reattore 3) 780 PWR 7 agosto 1972 19 febbraio 1976 1º dicembre 1976
Monju (Reattore 1) 246 FBR 10 maggio 1986 28 agosto 1995 2013[2]
Ohi
(Reattori 1 e 2)
2 × 1120 PWR 26 ottobre 1972
8 dicembre 1972
23 dicembre 1977
11 ottobre 1978
27 marzo 1979
5 dicembre 1979
Ohi
(Reattori 3 e 4)
2 × 1127 PWR 3 ottobre 1987
13 giugno 1988
7 giugno 1991
19 giugno 1992
18 dicembre 1991
2 febbraio 1993
Onagawa (Reattore 1) 498 BWR 8 luglio 1980 18 novembre 1983 1º giugno 1984
Onagawa
(Reattori 2 e 3)
2 × 796 BWR 12 aprile 1991
23 gennaio 1998
23 dicembre 1994
30 maggio 2001
28 luglio 1995
30 gennaio 2002
Sendai
(Reattori 1 e 2)
2 × 846 PWR 15 dicembre 1979
12 ottobre 1981
16 settembre 1983
5 aprile 1985
4 luglio 1984
28 novembre 1985
Shika (Reattore 1) 505 BWR 1º luglio 1989 12 gennaio 1993 30 luglio 1993
Shika (Reattore 2) 1108 BWR 20 agosto 2001 4 luglio 2005 15 marzo 2006
Shimane (Reattore 1) 439 BWR 2 luglio 1970 2 dicembre 1973 29 marzo 1974
Shimane (Reattore 2) 789 BWR 2 febbraio 1985 11 luglio 1988 10 febbraio 1989
Takahama
(Reattori 1 e 2)
2 × 780 PWR 25 aprile 1970
9 marzo 1971
27 marzo 1974
17 gennaio 1975
14 novembre 1974
14 novembre 1975
Takahama
(Reattori 3 e 4)
2 × 830 PWR 12 dicembre 1980
19 marzo 1981
9 maggio 1984
1º novembre 1984
17 gennaio 1985
5 giugno 1985
Tokai (Reattore 2) 1060 BWR 3 ottobre 1973 13 marzo 1978 28 novembre 1978
Tomari
(Reattori 1 e 2)
2 × 550 PWR 18 aprile 1985
13 giugno 1985
6 dicembre 1988
27 agosto 1990
22 giugno 1989
12 aprile 1991
Tomari (Reattore 3) 866 PWR 18 novembre 2004 20 marzo 2009 22 dicembre 2009
Tsuruga (Reattore 1) 340 BWR 24 novembre 1966 16 novembre 1969 14 marzo 1970 2016[3]
Tsuruga (Reattore 2) 1110 BWR 6 novembre 1982 19 giugno 1986 17 febbraio 1987
Totale: 51 reattori per complessivi 44.359 MW
Reattori in costruzione[1]
Centrale Potenza netta
(MW)
Tipologia Inizio costruzione Allacciamento alla rete
(previsto)
Produzione commerciale
(previsto)
Costo
(previsto)
Shimane (Reattore 3) 1325 ABWR 12 ottobre 2007 2013 2013
Ohma (Reattore 1) 1325 ABWR 7 maggio 2010 2016 2016
Totale: 2 reattori per complessivi 2.650 MW
Reattori pianificati ed in fase di proposta[4]
Totale programmati: 10 reattori per complessivi 13.772 MW
Totale proposti: 5 reattori per 6.760 MW complessivi
Reattori in arresto a lungo termine[1]
Centrale Potenza netta
(MW)
Tipologia Inizio costruzione Produzione commerciale Fermata a lungo termine Riconnessione
(prevista)
Totale: 0 reattori per complessivi 0 MW
Reattori dismessi[1]
Centrale Potenza netta
(MW)
Tipologia Inizio costruzione Allacciamento alla rete Produzione commerciale Dismissione
Fugen ATR 148 HWLWR 10 maggio 1972 29 luglio 1978 20 marzo 1979 29 marzo 2003
Fukushima Dai-ichi
(Reattore 1)
439 BWR 25 luglio 1967 17 novembre 1970 26 marzo 1971 Dichiarata il 19 maggio 2011
Fukushima Dai-ichi
(Reattori 2-4)
3 × 760 BWR 9 giugno 1969
28 dicembre 1970
12 febbraio 1973
24 dicembre 1973
26 ottobre 1974
24 febbraio 1978
18 luglio 1974
27 marzo 1976
12 ottobre 1978
Dichiarata il 19 maggio 2011
Dichiarata il 19 maggio 2011
Dichiarata il 19 maggio 2011
Hamaoka (Reattore 1) 515 BWR 10 giugno 1971 13 agosto 1974 17 marzo 1976 30 gennaio 2009
Hamaoka (Reattore 2) 806 BWR 14 giugno 1974 4 maggio 1978 29 novembre 1978 30 gennaio 2009
JPDR 12 BWR 1º dicembre 1960 26 ottobre 1963 15 marzo 1965 18 marzo 1976
Tokai (Reattore 1) 137 Magnox 1º marzo 1961 10 novembre 1965 25 luglio 1966 31 marzo 1998
Totale: 9 reattori per complessivi 4.337 MW
NOTE:
  • La normativa in vigore prevede la possibilità di sostituzione e/o aumento del parco reattori al termine del ciclo vitale degli impianti ancora in funzione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d AIEA: Nuclear Power Reactors in Japan
  2. ^ presupposto
  3. ^ Prorogato di 6 anni per attendere il completamento dei reattori 3 e 4
  4. ^ (EN) WNA - Nuclear Power in Japan

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]