Censura (psicoanalisi)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Censura (psicanalisi))
Jump to navigation Jump to search

Nella psicoanalisi la censura, o altrimenti censura onirica, è quella funzione psichica che impedisce ai desideri inconsci l'accesso diretto alla coscienza. La censura onirica rappresenta il versante notturno della rimozione, che così costringe il sogno a camuffarsi e ad utilizzare strategie di travestimento. Durante il sonno la rimozione è attenuata, e ciò favorisce il cosiddetto ritorno del rimosso. Le tendenze psichiche attive nel sogno sono principalmente: drammatizzazione, spostamento, condensazione, dispersione, simbolizzazione ed elaborazione.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Censura onirica secondo Freud, su ABCtribe.com. URL consultato il 19 aprile 2021 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2013).
Psicologia Portale Psicologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di psicologia