Celeste Bortoluzzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Celeste Bortoluzzi

Sindaco di Belluno
Durata mandato 13 giugno 2006 –
15 settembre 2006
Predecessore Ermano De Col
Successore Franco Gidoni (vicesindaco f.f.)

Dati generali
Partito politico Forza Italia
Professione Imprenditore edile

Celeste Bortoluzzi (Belluno, 20 giugno 1946Houston, 15 settembre 2006) è stato un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Imprenditore edile, ha ricoperto fino al 2006 la carica di presidente dell'Associazione degli industriali di Belluno.[1] Alle elezioni amministrative del 2006 fu candidato a sindaco di Belluno sostenuto da una coalizione di centro-destra, vincendo al ballottaggio dell'11 e 12 giugno con il 53,7% di voti contro il sindaco uscente Ermano De Col.[2] Il 13 giugno 2006 si insediò ufficialmente come sindaco a Palazzo Rosso.[3]

Malato di tumore, fu ricoverato in una clinica specializzata a Houston nel settembre successivo, dove morì improvvisamente il 15 dello stesso mese.[4][5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Celeste Bortoluzzi nuovo sindaco di Belluno, su ASCOM Belluno, 21 giugno 2006. URL consultato il 2 marzo 2020.
  2. ^ Amministrative 2006: Comune di Belluno, su Corriere della Sera. URL consultato il 2 marzo 2020.
  3. ^ Celeste Bortoluzzi, su amministratori.interno.gov.it. URL consultato il 2 marzo 2020.
  4. ^ È morto a Houston Celeste Bortoluzzi, Corriere delle Alpi, 17 settembre 2006. URL consultato il 2 marzo 2020.
  5. ^ Belluno: è morto il sindaco Celeste Bortoluzzi, su adnkronos.com, 16 settembre 2006. URL consultato il 2 marzo 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Predecessore Sindaco di Belluno Successore Belluno-Stemma.png
Ermano De Col 13 giugno 2006 - 15 settembre 2006 Franco Gidoni (vicesindaco f.f.)