Celaenomys silaceus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Celaenomys silaceus
Celænomys silaceus and Rhynchomys soricoides.jpg
sopra Celaenomys silaceus, sotto Rhynchomys soricoides
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
Ordine Rodentia
Sottordine Myomorpha
Superfamiglia Muroidea
Famiglia Muridae
Sottofamiglia Murinae
Genere Celaenomys
Thomas, 1895
Specie C.silaceus
Nomenclatura binomiale
Celaenomys silaceus
Thomas, 1895

Celaenomys silaceus (Thomas, 1895) è l'unica specie del genere Celaenomys (Thomas, 1895), endemica dell'isola di Luzon.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Roditore di piccole dimensioni, con lunghezza totale tra 239 e 299 mm, la lunghezza della coda tra 97 e121 mm, la lunghezza del piede tra 34 e 39 mm, la lunghezza delle orecchie tra 19 e 23 mm e un peso fino a 160 g.[3]

Caratteristiche craniche e dentarie[modifica | modifica wikitesto]

Il cranio è robusto e presenta un rostro fortemente affusolato con le ossa nasali corte e troncate, la scatola cranica è ampia, le arcate zigomatiche sono sottili e le bolle timpaniche sono relativamente piccole. I fori palatali anteriori sono corti. Gli incisivi superiori sono grandi e proodonti, ovvero con le punte rivolte in avanti, i molari sono soltanto due su ogni semi-arcata, sono piccoli e con una caratteristica disposizione a bacino delle cuspidi.

Sono caratterizzati dalla seguente formula dentaria:

2 0 0 1 1 0 0 2
2 0 0 1 1 0 0 2
Totale: 12
1.Incisivi; 2.Canini; 3.Premolari; 4.Molari;

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

Il corpo è robusto. La pelliccia è lunga, soffice, densa e vellutata. Il colore del dorso è grigio-ardesia, cosparsa di peli biancastri, mentre le parti ventrali sono leggermente più chiare, con una leggera tinta giallastra. Alcuni esemplari presentano una breve striatura bianca simile ad una fiamma sulla fronte, tipica del genere Chrotomys. Il muso è lungo ed appuntito, gli occhi sono piccoli. Le orecchie sono relativamente grandi ed arrotondate e, come le zampe, sono dello stesso colore del corpo. La coda è corta, leggermente ricoperta di peli, brunastra superiormente e alla base, biancastra inferiormente e all'estremità. Le femmine hanno due paia di mammelle inguinali.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

È una specie terricola e principalmente attiva di giorno.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre probabilmente di vermi e lombrichi, che cattura scavando nel tappeto di foglie e nell'humus della foresta.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Sono state osservate femmine con due embrioni per volta.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è endemica della cordigliera centrale dell'Isola di Luzon, Filippine.

Vive nelle foreste muschiose tra i 1.800 e 2.500 metri di altitudine. Occasionalmente è stata osservata anche in aree boscose vicino a campi coltivati.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è da alcuni autori assegnata a Chrotomys.

Stato di conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List, considerato che l'areale di questa specie non è adatta ad alcuna conversione all'agricoltura, classifica C.silaceus come specie a rischio minimo (LC).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Heaney, L. & Balete, D. 2008, Celaenomys silaceus, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Celaenomys silaceus, in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Novak, 1999.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi