Caylus (gioco)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Caylus
Deskohraní 2008 0021.jpg
Una fase di gioco a Caylus
Tipo gioco da tavolo
Luogo origine Francia Francia
Autore William Attia
Illustratore Cyril Demaegd, Arnaud Demaegd, Mike Doyle
Editore Francia Ystari
Stati Uniti Rio Grande Games
Italia uplay.it edizioni
Regole
N° giocatori 2-5
Ambientazione gestione economica, pianificazione strategica
Requisiti
Età 12+
Preparativi 5 minuti
Durata 90-150 minuti
Aleatorietà Nessuna

Caylus è un gioco da tavolo gestionale, creato da William Attia e pubblicato indipendentemente nel 2005 dalla Ystari Games in Francia e Inghilterra, dalla Rio Grande Games negli Stati Uniti e nel 2012 da uplay.it edizioni in Italia.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'ambientazione è il piccolo comune di Caylus, nella Francia del 1289, dove il re Filippo il Bello, per meglio difendere i confini del suo regno, ha deciso di costruire un nuovo castello. I giocatori ricoprono il ruolo di capomastri e dispongono di una squadra di lavoratori alle proprie dipendenze. Contribuendo con i propri lavoratori all'ampliamento del castello e del villaggio circostante i giocatori acquisteranno prestigio agli occhi del re e favori reali; a castello ultimato chi avrà totalizzato più punti prestigio sarà il vincitore.

Una delle caratteristiche più notevoli di Caylus è la (quasi) totale assenza di aleatorietà, se si eccettuano la disposizione dei primi sei edifici del villaggio (che non avvantaggia un giocatore rispetto agli altri) e l'ordine di partenza dei giocatori (compensato da una diversa quantità di denari iniziali).

Esistono anche una versione di Caylus come gioco di carte, Caylus Magna Carta[1], e una versione premium in serie limitata (1500 copie, vendute online e a Essen 2007) con materiale rivisitato graficamente in chiave medievale e monete metalliche[2].

Contenuto della scatola[modifica | modifica wikitesto]

  • 1 tabellone di gioco
  • 1 pedina "balivo" e 1 pedina "prevosto"
  • 40 monete (30 piccole da 1 denaro, 10 grandi da 5 denari)
  • 30 pedine lavoratori (6 per colore:blu, rosso, verde, arancio e nero)
  • 100 casette (20 per ogni colore), 35 pedine a disco (7 per colore)
  • 140 cubetti risorse (30 cibo, 30 tessuti, 30 legno, 30 pietra, 20 oro)
  • 40 tessere edificio (6 neutrali, 8 in legno, 9 in pietra, 8 residenziali, 9 di prestigio)
  • regolamento

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Caylus Magna Carta, Ystari Games. URL consultato il 21 agosto 2009.
  2. ^ (EN) Caylus premium, Ystari Games. URL consultato il 21 agosto 2009.
  3. ^ (EN) International Gamers Award 2006, International Gamers Award. URL consultato il 22 agosto 2009.
  4. ^ (DE) Deutscher Spiele Preis 2006, Deutscher Spiele Preis. URL consultato il 22 agosto 2009.
  5. ^ (NL) Nederlandse Spellenprijs, Nederlandse Spellenprijs. URL consultato il 22 agosto 2009.
  6. ^ (DE) Spiel des Jahres 2008, Spiel des Jahres. URL consultato il 22 agosto 2009.
  7. ^ (EN) Golden Geek, BoardGameGeek. URL consultato il 22 agosto 2009.
  8. ^ (FR) Tric Trac d'Or, Tric Trac. URL consultato il 22 agosto 2009.
  9. ^ (EN) Meeples' Choice Award, meepleschoice.org. URL consultato il 22 agosto 2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Giochi da tavolo Portale Giochi da tavolo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di giochi da tavolo