Cavalieri Russi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Русские Витязи Russkie Vitjazi
Descrizione generale
Attiva5 aprile 1991 - oggi[1]
NazioneRussia Russia
Forza armataRussian Air Forces flag.png Aeronautica Militare Russa
Sede/QGBase aerea di Kubinka, Oblast' di Mosca, Russia
Sito internethttp://www.russianknights.ru
Flotta
Velivoli8 Sukhoi Su-30SM da ottobre 2016[1]
voci di pattuglie acrobatiche presenti su Wikipedia

I Cavalieri Russi (in russo: Русские Витязи?, traslitterato: Russkie Vitjazi; in italiano: Cavalieri Russi) sono una pattuglia acrobatica dell'Aeronautica Militare Russa. Creato il 5 aprile 1991 alla base aerea di Kubinka come una squadra di sei Sukhoi Su-27, il team è stato il primo a esibirsi al di fuori dell'Unione Sovietica quando furono in visita al Regno Unito nel settembre 1991. Il 12 dicembre 1995 la squadriglia fu vittima di un disastroso incidente su una montagna vicino Cam Ranh, in Vietnam, nel quale rimasero coinvolti tre velivoli che volavano in formazione. Il team era diretto verso casa dopo essersi esibito ad un airshow malese in condizioni meteo avverse. La squadra era inizialmente composta da quattro Su-27P e due Su-27UB, poi, dall'ottobre 2016 ha ricevuto 8 nuovi Sukhoi Su-30SM.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I Volo in formazione durante il tributo a Igor Tkachenko

La base aerea di Kubinka, situata a 60 km a ovest di Mosca, è ben conosciuta sia in Russia sia all'estero. Per anni è stata un'installazione militare usata per mettere in mostra le caratteristiche degli aerei da combattimento di tipo avanzato, a beneficio di leader nazionali ed esteri. Ai giorni d'oggi la base aerea di Kubinka è conosciuta come la miglior scuola acrobatica[migliore del mondo o della Russia], dove sono di stanza le pattuglie acrobatiche Cavalieri Russi e Striži. Come per numerose pattuglie acrobatiche, le attività di volo non sono solo di carattere acrobatico ma comprendono anche attività operative ed esercitazioni a fuoco al fine di mantenere costante l’idoneità dei piloti all’impiego operativo.[1]

Incidenti[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 dicembre 1995, durante un approccio al campo d'aviazione di Cam Ranh (Vietnam) in condizioni meteo avverse, tre velivoli della pattuglia (due Su-27 e un Su-27UB) si sono schiantati su una montagna mentre volavano in formazione. L'incidente fu dovuto a un'errata interpretazione degli strumenti di approccio.[2]

Un altro incidente è avvenuto il 16 agosto 2009, con una collisione tra due Su-27 che stavano provando manovre acrobatiche vicino Mosca: un pilota rimase ucciso nell'incidente mentre i due i velivoli precipitarono sulle vicine case vacanze. Il pilota morto è stato identificato con il comandante della pattuglia, il Colonnello Igor Tkachenko, un ufficiale decorato dell'aeronautica militare.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d "NEWS DA MOSCA. I RUSSIAN KNIGHTS SI ESERCITANO CON I LANCI DI MISSILI ARIA-ARIA", su analisidifesa.it, 15 aprile 2019, URL consultato il 15 aprile 2019.
  2. ^ (RU) Катастрофа "Русских Витязей", su airbase.ru.
  3. ^ (EN) Pilot dies as Russia jets collide, su news.bbc.co.uk.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN122405951 · LCCN (ENno2010124814 · WorldCat Identities (ENlccn-no2010124814