Caulophrynidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Caulophrynidae
C jordani.JPG

FMIB 52235 Caulophryne jordani Goode & Bean Gulf Stream Family Ceratiidae.jpeg
Caulophryne jordani

Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Osteichthyes
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Neopterygii
Infraclasse Teleostei
Ordine Lophiiformes
Famiglia Caulophrynidae
Generi e specie

vedi testo

I Caulophrynidae sono una famiglia di pesci ossei abissali appartenenti all'ordine Lophiiformes.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia è cosmopolita. Non esiste però nel mar Mediterraneo. Vivono nel piano abissale a profondità che possono superare i 2000 metri[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il principale carattere distintivo di questa famiglia è l'illicio che porta all'estremità un bulbo luminoso dotato di un fotoforo. La pinna dorsale e la pinna anale portano raggi molto allungati liberi per gran parte della lunghezza; questi raggi sono ricchi di terminazioni nervose e hanno funzioni sensoriali. Varie ossa del cranio e dell'opercolo ridotte. Le femmine hanno corpo globoso, bocca molto grande più o meno orizzontale armata di denti appuntiti e pelle liscia, priva di scaglie o spinule ossee. I maschi hanno occhi molto grandi, organi olfattivi sviluppatissimi e pinne pettorali ampie. Sono parassiti della femmina ma probabilmente in grado di vivere anche autonomamente. Si conosce pochissimo della biologia dei maschi perché se ne conoscono solo cinque esemplari, due ancora a vita libera e tre già uniti alla femmina[1].

La femmina più grande nota appartiene alla specie Caulophryne pelagica e supera di poco 18 cm; i maschi liberi noti (due esemplari) misurano 0,7 e 1,1 cm. I maschi parassiti sono leggermente più grandi[1][2].

Specie[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Scheda da Fishbase. Vedi collegamenti esterni.
  2. ^ a b Lista delle specie da Fishbase. Vedi collegamenti esterni.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci