Cattedrale di Santa Sofia (Ocrida)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cattedrale di Santa Sofia
St Sophia (Ohrid).jpg
Esterno
StatoMacedonia del Nord Macedonia del Nord
LocalitàOcrida
Religionecristiana ortodossa macedone
DiocesiEparchia di Debar-Kičevo
Stile architettonicobizantino

Coordinate: 41°06′43.52″N 20°47′38.81″E / 41.112089°N 20.794114°E41.112089; 20.794114

La cattedrale di Santa Sofia (in macedone: Црква "Света Софија) è la cattedrale ortodossa di Ocrida, in Macedonia del Nord ed è sede dell'eparchia di Debar-Kičevo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La cattedrale è stata costruita in una data imprecisata tra il 1035 e il 1056 su una basilica paleocristiana. Nel XIV secolo l'arcivescovo Gregorius costruì il nartece monumentale, con la sua galleria e due torri simmetriche. I turchi presero il controllo della regione alla fine del XV secolo e trasformato l'edificio in una moschea.

Tra il 1950 e il 1957 è stata condotta una vasta campagna di restauro che ha riguardata in particolare gli affreschi. Nel 1979 l'UNESCO ha riconosciuto Ocrida quale patrimonio dell'umanità.[1]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]