Cattedrale di Jerez de la Frontera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cattedrale di Cristo Salvatore
Catedral del Salvador
Catedral de Jerez.jpg
Facciata
StatoSpagna Spagna
LocalitàCoat of Jerez Low Detail.svgJerez de la Frontera
ReligioneCristiana cattolica di rito romano
TitolareGesù Cristo
Diocesi Asidonia-Jerez
Stile architettonicobarocco
Inizio costruzioneXVII secolo
CompletamentoXVIII secolo
Sito web

Coordinate: 36°40′55.23″N 6°08′27.92″W / 36.682007°N 6.141089°W36.682007; -6.141089

La cattedrale di Cristo Salvatore (in spagnolo: Catedral del Salvador) è il principale luogo di culto del comune di Jerez de la Frontera, in Spagna, sede vescovile della diocesi di Asidonia-Jerez.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La costruzione inizia nel 1695 nel luogo dove esisteva la moschea maggiore e una precedente chiesa del XII secolo. I lavori terminano nel 1778.[1]

Diventò cattedrale nel 1980 con la bolla Archiepiscopus Hispalensis di Giovanni Paolo II, che stabilì l'erezione della diocesi di Asidonia-Jerez.

Arte[modifica | modifica wikitesto]

Cupola

La pianta presenta cinque navate di diversa altezza. L'ingresso dalla facciata principale è realizzato attraverso tre porte. All'interno della cattedrale si trovano quadri di grande valore artistico come il Cristo della Trave, della fine del XV secolo e La Vergine Bambina di Francisco de Zurbarán.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cattedrale di Jerez de la Frontera, su spain.info. URL consultato il 26 giugno 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN128832270 · LCCN: (ENn80019831