Cattedrale di Erevan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cattedrale di Erevan
2014 Erywań, Katedra św. Grzegorza Oświeciciela (05).jpg
StatoArmenia Armenia
LocalitàErevan
ReligioneChiesa apostolica armena
ArchitettoStepan Kurkchyan
Stile architettonicoArchitettura armena
Inizio costruzione1997
Completamento2001
Sito weblusavorich.am/

Coordinate: 40°10′19″N 44°31′00″E / 40.171944°N 44.516667°E40.171944; 44.516667

La cattedrale di Erevan (in armeno: Սուրբ Գրիգոր Լուսավորիչ մայր եկեղեցի?, Surb Grigor Lusavorich mayr yekeghetsi) consacrata a San Gregorio Illuminatore, è il principale luogo di culto della chiesa apostolica armena nel mondo: è ubicata nel quartiere Kentron di Erevan, capitale dell'Armenia, ed è fra i maggiori edifici cultuali del Caucaso meridionale, insieme alla Cattedrale dello Spirito Santo di Tbilisi.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

La cattedrale fu edificata per impulso del catholicos Vazgen I. La sua costruzione ebbe inizio il 7 aprile 1997 con la cerimonia della benedizione del terreno, celebrata dal catholicos Karekin I.[1] l'edificio fu progettato dall'architetto Stepan Kurkchyan e inaugurato ai fedeli nel 2001, dopo quattro anni di cantiere.

La consacrazione della cattedrale è stata celebrata il 23 settembre 2001, in occasione del 1700esimo anniversario della proclamazione del Cristianesimo come religione statale dell'Armenia (che, in effetti, si convertì a tale culto nel 301). L'edificio chiesastico accoglie le reliquie di San Gregorio l'Illuminatore, apostolo degli Armeni e fondatore del Cristianesimo nella loro nazione. Poco dopo la consacrazione lo stesso papa Giovanni Paolo II decise di porre omaggio all'Armenia visitando personalmente la cattedrale.[2]

Architettura[modifica | modifica wikitesto]

La cattedrale, di dimensioni notevoli, si compone di tre corpi chiesastici distinti: la Cattedrale, con 1700 posti a sedere, e le cappelle dedicate a Tiridate III di Armenia, immediatamente divinizzato come Santo dopo la sua morte e particolarmente venerato dagli Armeni, e alla consorte Ashkhen (entrambe le cappelle sono dotate di 150 posti a sedere). Queste due figure religiose hanno rivestito un ruolo cruciale nel riconoscere in Armenia il cristianesimo come religione di Stato. La torre campanaria, traforata da più di trenta archi, e la corte si trovano all'ingresso della cattedrale. Le sale per i ricevimenti e le attività liturgiche sono ubicate al piano inferiore della chiesa principale.

L'intero complesso chiesastico si estende per circa 3,822 metri quadrati, mentre la sua altezza da cielo a terra è pari a cinquantaquattro metri.[3][4] Interessante ricordare, infine, che la chiesa principale è stata costruita grazie alle donazioni di Richard Alexander Manoogian e Louise Manoogian Simone in memoria del padre defunto, il filantropo e imprenditore Alex Manoogian: le due cappelle e le torri, analogamente, sono state erette grazie alla magnanimità, rispettivamente, di Nazar e Artemis Nazarian, Kevork e Linda Kevorkian e di Eduardo Eurnekian.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Louise Simone and Richard Manougian Donate $2 Million to Yerevan Cathedral Project, Asbarez, 30 giugno 2000.
  2. ^ w2.vatican.va, 2001, http://w2.vatican.va/content/john-paul-ii/en/homilies/2001/documents/hf_jp-ii_hom_20010926_yerevan-st-gregory.html.
  3. ^ (AR) Սբ. Գրիգոր Լուսավորիչ մայր եկեղեցի, Official Website of the Yerevan Council. URL consultato il 17 giugno 2018 (archiviato dall'url originale il 2 ottobre 2011).
  4. ^ (EN) Local Area: St. Grigor Lusavorich Cathedral, su parishotel.am. URL consultato il 17 giugno 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]