Cattedrale di Cuenca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cattedrale di Santa Maria e San Giuliano di Cuenca
Catedral de Santa María y San Julián de Cuenca
Catedral de Cuenca (2005-11-09).jpg
Facciata
Stato Spagna Spagna
Località Escudo de Cuenca.svgCuenca
Religione Cristiana cattolica di rito romano
Titolare Maria e Giuliano di Cuenca
Diocesi Diocesi di Cuenca
Stile architettonico gotico
Inizio costruzione 1196
Completamento 1257

Coordinate: 40°04′42.56″N 2°07′44.44″W / 40.07849°N 2.12901°W40.07849; -2.12901

La cattedrale di Santa Maria e San Giuliano di Cuenca (in spagnolo: catedral de Santa María y San Julián de Cuenca) è il principale luogo di culto del comune di Cuenca, in Spagna, sede vescovile dell'omonima diocesi.

I lavori di costruzione si iniziarono nel 1196 e si conclusero nel 1257. Lo stile è gotico anglo-normanno, come le cattedrali di Soissons, Laon e Parigi.[1]

Nel corso dei secoli la cattedrale ha subito diversi restauri e aggiunte: nel XV secolo si ricostruì la testata gotica, nel XVI secolo si rinnovò quasi per completo l'esterno, nel XVII secolo si costruì la cappella del tabernacolo e nel secolo XVIII si costruì il nuovo altare maggiore.


Misteri nascosti nella Cattedrale di Cuenca[modifica | modifica wikitesto]

La leggenda dice che questa sarà l'unica cattedrale roccaforte per la Salvezza della fine disperata del giorno previsto da Nostradamus nelle sue "secoli". Così dice Rodrigo de Luz, studioso e architetto legato alla Cattedrale di Cuenca.

Rodrigo de Luz, dice che in questo tempio è stato salvato e conservato il Sacro Graal, che è il motivo per cui la Cattedrale di Cuenca, nel cataclisma finale non sarà distrutta e tutti coloro che si rifugiano all'interno delle sue antiche mura, riceveranno la loro salvezza. Dalla lettura dei libri della Rivelazione e dei Centurias di Nostradamus, il ricercatore concludere che i due testi si riferiscono al tempio e alla fine dei tempi.

Sottolineando le somiglianze di Cuenca e la Nuova Gerusalemme dei libri della Rivelazione, la Nuova Gerusalemme avrà un passaggio di salvezza, "con 12 porte, nelle 12 archi, 12 angeli".

Ambulatoriale

La Cattedrale di Cuenca si inserisce in questo confronto, 12 porte in forma di archi, ognuno dei quali ha 12 angeli, così come indicato nel libro dell'Apocalisse, come una curiosità, i 12 angeli di pietra sono stati scolpiti con una faccia seria e le sue mani tengono un libro, tutti tranne uno, che sorride felicemente e tenendo in mano una tazza, pensando che questo mostra parte della leggenda del Santo Graal nascosto e il Mistero della Cattedrale di Cuenca, dove alcuni ipotizzano che questo segreto nascosto il Santo Graal.

Ci sono i messaggi più nascosti nella Cattedrale e Città di Cuenca ed è il mistero dello scudo araldico della città di Cuenca, è uno scudo di grande semplicità, è interessante notare lo scudo contiene una tazza, e la coppa, caratterizzato da una stella a 8 punte, simbolo dei Templari.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cattedrale di Nuestra Señora de Gracia, spain.info. URL consultato il 15 giugno 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]