Cattedrale dell'Immacolata Vergine Maria (Jelgava)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cattedrale dell'Immacolata Vergine Maria
Jelgava bazilika.jpg
Cattedrale dell'Immacolata Vergine Maria, Jelgava
StatoLettonia Lettonia
LocalitàEscut Jelgava.png Jelgava
Religionecattolica
TitolareImmacolata concezione
Diocesi Jelgava
Consacrazione1906
ArchitettoCasimir Jasen Strandmann
Stile architettoniconeogotico
Inizio costruzione1904
Completamento1906

Coordinate: 56°38′57″N 23°43′38″E / 56.649167°N 23.727222°E56.649167; 23.727222

La cattedrale dell'Immacolata Vergine Maria (in lettone: Bezvainīgās Jaunavas Marijas katedrāle) è la chiesa cattedrale della diocesi di Jelgava, si trova nella città di Jelgava, in Lettonia.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

La precedente chiesa, demolita nel 1904 per rischio di crolli, risaliva al 1630. La nuova chiesa fu edificata nel 1906 su progetto di Casimir Jasen Strandmann e consacrata in onore di San Giorgio. Nel 1925 mons. Joseph Rancāns consacrò nuovamente la chiesa alla Vergine Immacolata. Durante la seconda guerra mondiale, nel luglio del 1944, la chiesa è bruciata. Dopo la guerra ebbe inizio il restauro della chiesa utilizzando come materiali da costruzione i mattoni delle mura precedenti. I lavori si sono protratti fino al 1958. Ulteriori restauri e lavori per la rifinitura degli interni si sono conclusi nel 1969. Con l'erezione della diocesi di Jelgava il 2 dicembre 1995 con la bolla Apostolicum ministerium di papa Giovanni Paolo II, la chiesa è stata elevata a cattedrale.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]